Il ruolo dell'installatore di domotica

Pubblicato: 02/10/2020 12:19:15
Categoria: Elettricisti per Passione

Elettricista

Abbiamo già parlato numerose volte di domotica e di quanto queste nuove tecnologie siano sempre più richieste da moltissimi italiani. Automazione, controllo in remoto, maggiore efficienza, comfort e sicurezza sono solo alcune caratteristiche di un mercato in crescita e con numeri davvero interessanti da qui a qualche anno.

Per quanto riguarda il mondo smart c’è però da fare una distinzione: da una parte troviamo le applicazioni e quelle soluzioni che l’utente è in grado d’installare in totale autonomia come lampadine o strisce LED dall’altro il mondo dei professionisti, sicuramente più tecnico e specialistico.

Cosa fa l’installatore di domotica?

Telecamere

Quando parliamo di installatore di domotica ci riferiamo a un tecnico qualificato che si occupa sia degli interventi necessari dal punto di vista tecnico che della progettazione dell’impianto. È la persona a cui rivolgersi per dubbi, perplessità, specifiche funzionalità di un prodotto e le modalità d’utilizzo dei sistemi.

L’installatore rappresenta lo specialista di turno, colui che guida l’utente finale nella scelta del dispositivo più idoneo alla soluzione abitativa. È la figura di raccordo tra azienda produttrice e consumatore finale, per questo è fondamentale, per non dire necessario, affidarsi a un tecnico competente per non incappare in un lavoro fatto in maniera dozzinale.

Quali competenze deve possedere?

Installatore su impianto

Partiamo da un presupposto: l’installatore di domotica deve possedere una certificazione fornita dalle marche produttrici di queste nuove tecnologie. Detto questo, è fondamentale che alla documentazione seguano competenze di natura tecnica (software, cablaggio, reti ecc.) affinché l’installatore sia in grado di fare un lavoro a misura del cliente.

L’esperto di domotica lavora su sistemi già esistenti, riprogetta o crea nuovi elementi da zero. Ogni dispositivo deve essere compatibile con la soluzione abitativa prescelta e deve essere installato a regola d’arte perché il dispositivo andrà a lavorare a stretto contatto con i sistemi d’illuminazione, irrigazione, riscaldamento, videosorveglianza ecc.

In sintesi, un installatore deve essere sempre aggiornato sulle ultime novità di settore in modo che possa occuparsi a 360° di manutenzione, modifiche o ampliamenti dell’impianto.

Ha un team adeguato?

Sicurezza casa

Ogni progetto di domotica è un insieme di più componenti che riguardano sia la parte impiantistica che le installazioni/personalizzazioni a livello di sofware. Cosa implica questo? Una sola persona, per quanto preparata, non basta per installare un impianto domotico.

Ogni installatore deve poter contare su tecnici con background e specializzazioni differenti come esperti d’impiantistica (cavi di rete o sistemi antintrusioni), audio-video (telecamere e diffusione audio), programmatori (connessioni tra i dispositivi al sistema centrale) e via via dicendo.

Bene, ora sapete tutto ciò che vi serve sui professionisti del mondo smart. Non resta che trovare l’installatore più adatto a voi seguendo le linee guida che vi abbiamo fornito in questo articolo di approfondimento.

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)