Spedizione gratis: come ottenerla

Sei un Rivenditore o Installatore? Richiedici il listino

Tabaccheria o Rivendita?

Spedizione solo 5€ Spedizione solo 5€
Spedizione Gratuita sopra i 59€ Gratuita sopra i 59€
Consegna in 1-2 giorni Consegna in 1-2 giorni
Reso gratuito fino a 31 giorni Reso gratuito fino a 31 giorni
Sconti quantità Sconti Quantità
Coupon e premi Coupon & Premi
 Risparmi più di quanto pensi Risparmi più di quanto pensi
Senza abbonamenti annuali Senza abbonamenti annuali

Quanto fa male farsi un tatuaggio? Ecco i posti più dolorosi

Da: marilyn - Categoria: Dimensione Tatuaggio

parti del corpo più dolorose per fare un tatuaggio

Una delle domande più comuni nel mondo del tatuaggio è: Ma ti ha fatto male? Solitamente la prima reazione è roteare gli occhi, ma in un secondo momento ci si ferma a pensare. Sì o no? 

A questa domanda non sempre segue una risposta giusta. Non perché non esista una risposta esatta ma perché la percezione del dolore è diversa da soggetto a soggetto.

Per cui un posto molto doloroso per una persona potrebbe rivelarsi appena fastidioso o noioso per un'altra. Leggende metropolitane raccontano di soggetti che non sentono alcun dolore e si addormentano sotto il ronzio delicato delle macchine del tatuatore. 

C'è da dire che anche la mano del tatuatore ha il suo peso, esistono infatti mani più leggere di altre e questa delicatezza naturale non si studia in alcun corso di tatuaggi.

Se siete curiosi di sapere quanto faccia male un tatuaggio, l'unico modo per saperlo è semplicemente tatuarsi.

Se la paura è troppo grande e avete bisogno di una spinta in tal senso allora si potrebbe rappresentare il dolore da tatuaggio con qualcosa di conosciuto come un epilatore elettrico, un pizzicore continuo o un bruciore a lungo termine.

tatuaggio doloroso nella testa

Prima di farsi un tatuaggio è bene essere determinati ed essere sicuri della propria scelta, solo così ci si preparerà psicologicamente a ciò che ci si aspetta e si entrerà nello studio del tatuatore con la decisione necessaria e il giusto mood.

Quali sono le parti del corpo più sensibili / dolorose per fare un tatuaggio?

Può essere comunque utile bene conoscere le aree fisiche più sensibili e, quindi, più dolorose.

In linea massima, il dolore è strettamente correlato con le ossa e le sporgenze, minore è lo spazio tra pelle e ossa e maggiore sarà il dolore sentito.

Piedi

I piedi sono tendenzialmente magri, ricchi di terminazioni nervose e, in molti casi, sensibilissimi. D'altronde in quanti soffrono il solletico sui piedi? Scommettiamo la maggior parte delle persone.

Alcuni sono più sensibili alla parte laterale, altri sul dorso, altri ancora sulla pianta. Conoscere la propria zona dolente è utile per posizionare il disegno in modo da dare fastidio il meno possibile.

Da ciò si evince che è un'area estremamente difficile da tatuare, perché il tatuato soffre e di conseguenza può muovere i piedi di riflesso, rendendo ostico il lavoro del tatuatore (e magari con il rischio di rovinare il disegno).

Ma le difficoltà non sono finite qui, la zona ha un processo di guarigione da quindici a venti giorni, perciò bisogna prestare attenzione particolare alla cura ed evitare scarpe compressive che potrebbero nuocere al tatuaggio.

Orecchio

Un'altra zona ricca di terminazioni nervose e povera di tessuto grasso e muscolare è intorno all'orecchio.

Quest'area molto piccola e dalla cute sottile è sede di diversi tatuaggi, molti di essi legati alla musica, e può infastidire notevolmente il tatuato.

Alcuni raccontano l'esperienza come un tremore incontrollabile del cranio.

Testa

In realtà tutta la testa è una zona rossa per quanto riguarda il dolore, molti però non resistono al fascino e decidono di rasare alcune aree per decorarle (i pelati in questo hanno una marcia in più).

Anche qui la guarigione è particolarmente ostica per chi ha i capelli lunghi. Bisogna tenerli sempre legati, essendo portatori di molti batteri e, allo stesso tempo, stare attenti quando si dorme per evitare di strofinare la parte contro il cuscino.

Costato

Il costato è anch'essa una zona ricca di terminazioni nervose e povera di grasso, ovviamente con le dovute eccezioni.

Molto doloroso specialmente in chi ha le costole in bella vista, il risultato però è sempre di grande impatto!

Labbra

L'interno delle labbra è un tatuaggio alternativo molto amato da chi cerca posti insoliti da tatuare. Solitamente viene impresso un nome o una frase ma essendo una mucosa tende a sbiadire con il tempo. 

Il dolore di un ago continuo nella carne morbida è sicuramente forte, senza contare la sensazione anestetizzata e il gonfiore che proverete subito dopo.

Collo

Il collo è più fastidioso che doloroso, inoltre la guarigione necessita di una buona cura, specialmente in chi ha i capelli lunghi, e tanta attenzione quando si dorme.

Dovrete sorbirvi la scomodità di dormire sempre nella stessa posizione durante la notte e i continui dolori appena muoverete il collo durante il giorno.

Ginocchia e Gomiti

Ginocchia e gomiti, sono praticamente gli spigoli del nostro corpo e proprio per questo rientrano di diritto nella lista dei posti più dolorosi. Anche il retro del ginocchio è seccante, a causa della sua elevata sensibilità al solletico, proprio come i piedi.

Caviglia

La caviglia è un'area molto sexy, sia per uomini che per donne ma il dolore provocato dal tatuaggio è tanto.
Non c'è muscolo e non c'è grasso, perciò sentirete la pressione dell'ago direttamente sull'osso
Inoltre proprio come il collo è una zonapienamente attiva e ciò potrebbe provocare fastidi anche per una semplice camminata. Solo per i più coraggiosi.

Inguine

Il tatuaggio inguinale è anch'esso molto sexy, ma ricco di terminazioni nervose, specialmente nelle donne. Preparatevi a soffrire se avete intenzione di tatuarvi proprio lì, inoltre più ci si avvicina al pube più si avranno difficoltà a causa del tessuto adiposo.

Per quanto riguarda la guarigione, è difficile a causa dell'alto rischio di infezione, perciò è bene curare la parte più volte al giorno ed evitare indumenti costrittivi o sintetici.

Schiena

La schiena può essere un'area dolorosa ma dipende da diversi fattori.
Il primo di essi riguarda le zone precise del disegno, qualora fosse lontane dalle ossa e situate perlopiù sui muscoli, allora sarà meno spiacevole.

Se invece il tatuaggio è posto proprio in concomitanza con la spina dorsale, il dolore aumenta parallelamente con il grado di spigolosità degli anelli vertebrali.

In poche parole, più siete magri e più sentirete dolore, la spina dorsale infatti è ricca di terminazioni nervose e la compattezza delle ossa sarà un indice importante di fastidio.

Solitamente il fastidio aumenta vicino la zona sacrale, per capire il proprio grado di sensibilità basta farsi fare del solletico, se diventa troppo scocciante allora è meglio non avventurare il tatuaggio fin lì.

Anca

L'anca è un osso sporgente e anche questo segue lo stesso discorso di gomiti, ginocchia, spina dorsale, ecc.
Molto seducente nelle donne e ammiccante negli uomini, quest'area vi farà soffrire ma il risultato ne varrà la pena.

Palpebre e Occhi

Palpebre e occhi non sono tipici da tatuare ma le nuove tendenze provenienti dagli Stati Uniti hanno sdoganato anche questo posto.

La zona delle palpebre è forse una delle più dolorose perché sottile e costituita da tessuto molle, mentre invece i lati dell'occhio e delle sopracciglia sono sicuramente più abbordabili, anche se comunque fastidiosi.

I più coraggiosi tatuano anche l'interno dell'occhio, sulla sclera ovvero la parte bianca, ma non immaginiamo nemmeno quanto possa far male essendo una zona delicatissima. 

Zone Infradigitali

Le aree infradigitali, ovvero gli spazi tra dita di mani o piedi, hanno un sottilissimo lembo di pelle e tante terminazioni nervose che possono notevolmente infastidire il tatuato, inoltre essendo le mani basilari per i movimenti quotidiani potrebbero dilungare il fastidio fino alla completa guarigione del tatuaggio.

Queste sono le aree ad alto grado di sofferenza, ma ricordiamo quanto detto precedentemente ovvero che nessuno può sapere il proprio grado di sopportazione del dolore eccetto noi stessi.

Non è detto che un tatuaggio debba per forza di cose essere doloroso, né che un'area sia più dolorosa di un'altra ma qualora lo fosse, siamo convinti che quegli attimi di dolore saranno pienamente ricompensati alla vista del vostro bellissimo tatuaggio.

Condividi

Aggiungi un commento