Luci di Natale: Ecco alcuni consigli per la vostra sicurezza

Pubblicato: 09/05/2017 12:33:01
Categoria: L'Arte di Illuminare

luci natalizie

Qual è il periodo dell'anno più felice per un bambino? Senza alcun dubbio quando arriva Babbo Natale!

I giorni di festa intorno al 25 dicembre sono tra i momenti migliori per stare in famiglia, godersi la felicità dei propri figli e passare del tempo a rilassarsi.

Addobbare l'albero di Natale e il balcone o le finestre con le tipiche luci natalizie è una delle cose più belle che un bambino desideri fare da piccolo ed è per questo che è necessario che lo possa fare in totale sicurezza.

Addobbi, ghirlande, calendari dell'avvento possono creare un'atmosfera natalizia in ogni casa.

Per non correre alcun rischio si possono addobbare le finestre con delle strisce adesive usando un pizzico di creatività, le decorazioni naturali come le pigne, le ghiande e la juta sono sempre apprezzate da coloro a cui non piacciono quelle commerciali, le palline di natale si possono appendere all'albero, ma anche posizionare su mensole e tavolini e infine il calendario dell'avvento renderà sicuramente felici i più piccoli.

Non tutti lo pensano, ma cos'è il Natale senza le lucine? Bianche o colorate, a Led o classiche, singole, in serie, sull'albero, sulle terrazze, per strada. Sia all'interno che all'esterno della casa però, devono garantire la massima sicurezza.

Ecco alcuni consigli per la vostra sicurezza e per montare al meglio le luci natalizie

Le luci di Natale hanno un vero e proprio, seppur piccolo, impiantino elettrico al proprio interno, ed è quindi obbligatorio tenerle sott'occhio.

Per evitare qualsiasi tipo di incidente occorre ad esempio assicurarsi della stabilità degli addobbi e prevenire tutti i possibili rischi di incendio (nel periodo natalizio, secondo il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco si ha un aumento degli incendi in appartamento spesso generati dall'albero di Natale).

Altri accorgimenti devono essere previsti per gli addobbi in vetro e per quelli che hanno parti piccole e quindi ingeribili.

Purtroppo, secondo l'Istat, ogni anno nel nostro paese si verificano 4,5 milioni di infortuni in ambito domestico, di cui 8000 hanno esito mortale. 

Soprattutto negli ultimi anni, si è sviluppato un mercato di prodotti contraffatti, che costano meno, ma che non tengono conto dei requisiti di sicurezza vigenti nell'Unione Europea.

Sempre più spesso si sentono notizie che riguardano ingenti sequestri di addobbi natalizi non a norma da parte della Guardia di Finanza.

luminarie natalizie

I rischi principali risultano essere il malfunzionamento di questi prodotti, possibilmente causato dalla cattiva qualità dei materiali che se esposti troppo vicini a fonti di calore possono causare danni spiacevoli.

In rete si trovano tantissimi consigli che permettono di vivere in maniera più tranquilla e rilassata le feste di Natale.

In questo articolo cercherò di riassumerle in modo che vi troviate preparati quando sarà il momento di acquistare i vostri addobbi natalizi.

La premessa fondamentale è che l'impianto elettrico dell'abitazione deve funzionare bene e dev'essere munito dell'interruttore differenziale o salvavita.

  • Le catene luminose da utilizzare devono avere obbligatoriamente il marchio CE. Se presente anche il marchio di sicurezza di un organismo certificato (IMQ, TÜV, GS) è meglio. Riconoscere un addobbo di bassa qualità non è troppo difficile: alla vista e al tatto presentano già caratteristiche critiche, fili troppo sottili o non adeguatamente coperti da una guarnizione esterna. Se marchiati CE in posti dove la legge non lo prevede (ad esempio la spina) diffidatene subito. Le informazioni sulla provenienza, il nome, la ragione sociale e l'indirizzo della sede legale devono sempre essere presenti sulla confezione. Se il prodotto soddisfa tutti questi requisiti e appare solido, ben costruito e i cavi sono ben isolati potete acquistarlo.
  • Sempre meglio utilizzare catene luminose alimentate da un trasformatore per evitare surriscaldamenti delle luci. Vanno benissimo quelle a bassa tensione (12 o 24 volt). All'esterno utilizzare luci che hanno un alto indice protezione dall'umidità. Fissando le catene luminose evitate i ganci metallici che in caso di contatto difettoso possono rivelarsi conduttori di elettricità. Preferire le ciabatte elettriche e non sovraccaricare mai le prese. Bisogna inoltre evitare di nascondere le prese dietro a carte di regali o alle tende. Anche se noioso, è doveroso leggere le avvertenze dei componenti elettrici utilizzati. Quando non si è in casa è le luci vanno spente!
  • La scelta dell'albero è una questione importante: se artificiale deve assolutamente avere la funzione auto-estinguente (spesso è indicato sull'esterno della confezione o sul libretto di istruzioni per il montaggio). Può anche essere ignifugo o non infiammabile. Occhio anche al piedistallo su cui è fissato! Se invece si preferisce comprare un albero vero bisogna controllare al momento dell'acquisto che non sia già secco (deve avere il colore degli aghi di un verde intenso e gli aghi non si devono staccare troppo facilmente). L'abete o il pino dovrà poi avere le radici ben conficcate nel terreno, stare in un vaso abbastanza grande e dev'essere innaffiato periodicamente. La posizione è altrettanto importante e non bisogna metterlo troppo vicino a fonti di calore o a materiali infiammabili (tovaglie, tende e mobili imbottiti).

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)