L’influenza del colore in un ambiente domestico

Pubblicato: 27/02/2017 15:40:23
Categoria: L'Arte di Illuminare

come scegliere il colore giusto per casa

Quali sono i fattori che ci spingono a colorare le pareti di casa di certe tonalità? Come si sceglie il giusto colore e la giusta illuminazione? Ma soprattutto perché?

Trasferendosi in una casa nuova, o mentre si decide di riarredare uno spazio nella propria casa, gran parte del tempo viene dedicato alla scelta del colore da dare alle pareti, e allo stile di pittura e combinazioni con carte da parati, cornici o simili.

Quali sono gli elementi che ci spingono a colorare lo spazio in un certo modo, e soprattutto quella scelta come influenzerà la vivibilità dello spazio?

È importante rilevare come cromoterapia e psicologia cromatica abbiano fatto passi da gigante nell’ultimo decennio, e come gli effetti dei colori sulla psiche siano studiati in maniera approfondita.

Uno dei più recenti studi nel nostro paese è stato a cura del primario di Neurologia dell’Istituto San Raffaele Pisana di Roma, Piero Barbanti.

Secondo lo studio, il nostro cervello subisce l’impatto delle diverse tonalità, innescando differenti reazioni chimiche che possono, ad esempio, aumentare o diminuire la produzione ormonale stimolando stati d’animo come tristezza o allegria.

I toni caldi, come le tonalità del rosso, hanno la proprietà di migliorare l’umore, la pressione, la frequenza cardiaca e l’attività muscolare.

come scegliere colori per casa

È noto che il blu abbia un peso nel ridurre la frequenza cardiaca, la pressione arteriosa e la frequenza del respiro, attivando il sistema nervoso parasimpatico.

Inoltre, entrambi i colori stimolano la creatività e le capacità artistiche. Naturalmente il rosso è considerato un colore “passionale”, non sempre legato a emozioni positive: può rappresentare l’amore e l’energia, ma anche la morte con un richiamo simbolico al sangue.

La sua peculiarità principale è quella di stimolare l’aggressività, grazie all’aumento del testosterone nell’uomo: è dunque particolarmente indicato per attività fisiche come gare e competizioni, e per lo sport in genere.

Il nero è considerato un colore associato agli stati depressivi, alla tristezza e all’angoscia.

Più nello specifico i colori più utilizzati per la casa e i loro effetti sono:

1. Rosso
Il rosso ha diverse valenze come già accennato. Da un lato è il colore dell’amore, della vitalità, del fuoco, della passione, dell’energia e della luce, dall’altro può essere negativo per la sua connessione con il sangue, soprattutto in tonalità più scure.

2. Arancione
L’arancione è un colore “caldo” che induce serenità, entusiasmo, allegria, voglia di vivere, ottimismo. Nella cultura giapponese e cinese è associato all'amore a alla felicità. E' il colore della crescita, simboleggia il sole nascente, è il colore della gioia.

3. Giallo
Il Giallo è solitamente connesso a stimolazione e creatività. È il colore che più ricorda il Sole, esprime quindi un movimento di espansione. Può rappresentare la ricerca del nuovo, del cambiamento, della liberazione dagli schemi; sinonimo di vivacità, estroversione, leggerezza, crescita e cambiamento. Stimola l'attenzione e l'apprendimento, acuisce la mente e la concentrazione.

4. Verde
Il Verde è il colore della Natura e del mondo vegetale; indica immaturità. Per i buddisti e nella cultura orientale in generale rappresenta la vita. E' un colore neutro, rilassante, favorisce la riflessione e la calma; colore dell'armonia: simboleggia la speranza, l'equilibrio, la pace e il rinnovamento.

5. Blu
Il Blu è un colore calmante e rinfrescante. Colore che ricorda il mare profondo, calma e modera la psiche. Rappresenta l'intelletto, la verità, la fedeltà, la costanza, il Blu è il colore della grande profondità, il principio femminile. Per i buddisti rappresenta il Cielo. E' purificante ed è il colore dello spazio. Induce all'introspezione, alla sensibilità, alla calma e serenità. Molto utile in caso di stress, nervosismo, ansia, insonnia.

6. Indaco
7. L’Indaco è un colore “freddo”, viene spesso associato come colore "cosmico" dell'energia. Rinfrescante e rilassante è indicato per rilasciare stress e nervosismo e riportare alla calma.

8. Viola
Anche il Viola è un colore freddo. Ha un effetto positivo sul corpo ed è sinonimo di intelligenza, conoscenza, devozione religiosa, santità, sobrietà, penitenza. E' il colore con la maggior frequenza e l'energia più alte dello spettro visibile. Rappresenta la porta dell'aldilà.

9. I non colori
a. Il Bianco è un colore asettico, trasmette pulizia e ordine. Consigliato per persone che ricercano la schematizzazione e la chiarezza mentale.
b. Il Nero è un colore negativo, tendenzialmente legato alle patologie depressive o a brutte esperienze vissute (come lutti).

Possiamo dunque associare i diversi spazi della casa a diversi colori in base alle informazioni conosciute:

1. Nell’ingresso si consigliano colori vivaci e freschi, come blu, verde, tonalità chiare di rosso come il rosa oppure il bianco. Colori che possano tranquillizzare e “lasciare fuori” lo stress al momento dell’ingresso nell’abitazione, e riportare la persona nel suo “nido” sicuro qual è la casa.

2. Nel soggiorno vanno preferiti i colori che favoriscono la convivialità. Dunque sono preferibili i toni accesi, dal giallo al rosso passando per l'arancione. Anche i colori della terra come beige e crema e le tonalità pastello favoriscono una sensazione di accoglienza e ospitalità. Possono andare bene anche tonalità accese di verde e turchese.

3. La cucina deve essere un ambiente vivace e stimolante: il colore più adatto secondo gli arredatori è il giallo, energico e intenso, abbinato alle tonalità della terra (ocra, beige). Può andare bene anche il bianco abbinato al verde, che ricorda la natura e la freschezza delle verdure.

4. La sala da pranzo deve avere un'atmosfera rilassata ma conviviale. Possono essere utilizzati verde, giallo, rosa e tonalità della terra. Nel caso non ci sia una vera e propria stanza dedicata alla sala pranzo, è comunque consigliato dipingere il muro di sfondo alla tavola, per dare un senso di condivisione e convivialità, e allo stesso tempo staccare dallo spazio cucina.

5. La camera da letto deve necessariamente dedicarsi al relax e al riposo, sono quindi vietati i colori intensi o accesi. Vanno bene tonalità pastello come rosa, salmone, lilla, verde-giallo, crema e beige che favoriscono un buon sonno. In generale, come detto precedentemente, tutti i colori che stimolano il relax e la tranquillità.

6. Il bagno non richiede particolari regole: si possono quindi abbinare colori forti come il turchese o il rosso a non-colori come bianco o nero.

7. La cameretta dei bambini deve essere all'insegna dell'energia con i toni dell'arancione (che come detto precedentemente sono i toni del sole nascente e della crescita), rosso e giallo.

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)