34 modi diversi di fare il caffè

Pubblicato: 14/12/2015 16:36:32
Categoria: Il Piacere del Caffè

caffè capsule

Il caffè è una delle bevande preferite al mondo, consumata da una miriade di persone in 34 modi diversi.

Nell’articolo di oggi abbiamo pensato di informarvi su tutti i modi in cui è possibile chiedere un caffè al bar o magari a casa grazie ad una macchinetta e delle capsule, considerato il fatto che, quasi sicuramente, non conoscere tutte le tipologie presenti.

Per fare maggiore chiarezza, ecco una piccola descrizione:

  • Caffè espresso: il tipico caffè italiano preparato con acqua calda. La qualità di questo tipo di caffè dipende dalla freschezza della miscela utilizzata e, in casa vostra, è fondamentale sigillare il tutto in un barattolo con chiusura ermetica per non perdere aroma e gusto
  • Cappuccino: ebbene sì, anche in questo caso pariamo di caffè, spesso scelto come colazione o nel tardo pomeriggio. In questo caso, è il latte a fare la differenza, soprattutto la sua schiuma, che dovrà essere corposa e molto abbondante
  • Cappuccino scuro: dove la quantità di caffè abbonda
  • Cappuccino chiaro: dove la quantità di caffè è piuttosto ridotta
  • Caffè decaffeinato: la bevanda classica senza caffeina
  • Caffè in vetro: l’unica differenza risiede nel fatto che, al posto della classica tazzina, viene utilizzato un piccolo bicchiere di vetro
  • Caffè corto: un tipo di caffè espresso molto ridotto, caratterizzato da un aroma piuttosto forte e intenso
  • Caffè lungo: in questo caso, si otterrà facendo scorrere maggiore acqua. Viene classificato come un caffè normale, soprattutto negli Stati Uniti e nell’Europa centro-settentrionale
  • Caffè macchiato caldo: a differenza del cappuccino dove la tazzina è più grande e il latte abbondante, ne viene aggiunta una piccolissima dose calda
  • Caffè macchiato freddo: anche qui viene aggiunta una piccola dose di latte in una normalissima tazzina da caffè espresso, ma il latte aggiunto è freddo
  • Caffè schiumato: in questo caso il latte viene aggiunto al caffè quando è caldo e si presenta carico di schiuma
  • Caffè corretto: la sua realizzazione dipende dall’aggiunta di una piccola dose di superalcolico, solitamente grappa, ma in alcuni casi anche sambuca
  • Caffè americano: si tratta di un caffè espresso servito in una tazza grande, a cui viene aggiunta circa il 60% in più di acqua calda o a temperatura ambiente
  • Caffè napoletano: preparato con la caffettiera napoletana
  • Caffè alla nocciola: reso più bello e saporito da una crema realizzata con le nocciole
  • Caffè in ghiaccio: per la sua preparazione serviranno un bicchiere, due cubetti di ghiaccio e una tazzina di caffè. Il prodotto dovrà essere bevuto subito tramite cannuccia per evitare che diventi annacquato dopo lo scioglimento del ghiaccio. Risulta essere una bevanda fresca e particolarmente dissetante. L’idea vincente potrebbe essere quella di farvi portare un bicchiere con ghiaccio e una tazzina di caffè già zuccherato a parte, che verserete voi al momento giusto
  • Caffè in ghiaccio con latte di mandorla: stesso procedimento spiegato sopra, con l’aggiunta di delizioso latte di mandorla
  • Caffè shakerato: variante del caffè con ghiaccio aggiunto allo shaker. In questo caso, vengono aggiunte o una crema alla nocciola o il Baylis
  • Marocchino: si utilizza un bicchierino di vetro dove prima viene aggiunta la schiuma del latte e poi il caffè, aggiungendo poi del cacao o del cioccolato
  • Caffè frappè: un prodotto a base di acqua, zucchero e caffè istantaneo. L’invenzione è di origine greca
  • Irish Coffee: caffè con l’aggiunta di crema di panna e whisky
  • Jamaican Coffee: stessa cosa come sopra, anche se qui viene aggiunto il rum
  • Caffè dello studente: una vera e propria bomba di caffeina, sfruttato soprattutto dagli studenti che studiano durante la notte. Si realizza preparandolo prima con la moka, inserendo poi quanto ottenuto nella caldaia della moka; si cambia il filtro e lo si rifà una seconda volta
  • Caffè brasiliano: panna montata e cacao dolce in polvere vengono aggiunti alla bevanda
  • Caffè al limone: un prodotto tipico della Campania, dove viene aggiunto il limone di Sorrento
  • Cocco caffè: semplice caffè a cui viene aggiunto del cocco
  • Caffè doppio: due caffè in un’unica tazzina
  • Cappuccino decaffeinato: realizzato con caffè senza caffeina
  • Caffè e latte: più latte che caffè, servito in un grande bicchiere. Il latte deve essere riscaldato a vapore per un ottimo effetto gustativo
  • Latte macchiato: un semplice bicchiere di latte a cui viene aggiunta una punta di caffè
  • Cappuccino secco: una piccola variante del cappuccino poco sentita nei nostri bar, ma sta a intendere che il cliente desidera un prodotto con sola schiuma

E tu quale preferisci? :-)

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)