Banner Privati

Come Scegliere le Lenti a Contatto



Esistono moltissimi tipi di lenti a contatto. Differiscono tra di loro non solo a seconda della resistenza ma anche del diametro, della curvatura e del materiale. Le lenti possono essere usate per correggere l’astigmatismo e la presbiopia (lenti a contatto multifocali).

Alcune lenti sono state prodotte per essere usate solo un giorno, mentre altre sono adatte ad un uso mensile o uso continuato. Esistono inoltre lenti morbide e lenti rigide.

 



Le lenti toriche sono in grado di aiutare persone astigmatiche (una condizione per cui la cornea assume una forma asimmetrica). Una lente toric corregge quindi, non solo la comune miopia o ipermetropia, ma anche l’astigmatismo.
Al fine di compensare l’anormale forma dell’occhio, le lenti toric sono asimmetriche e non ruotano all’interno dell’occhio come le lenti a contatto regolari (sferiche) normalmente fanno. A tal fine sono progettate in modo da poter mantenere inalterata la loro posizione (ad esempio, la parte inferiore della lente può essere maggiormente pesante così da impedirne la rotazione verso l’alto).


 



Le lenti multifocali sono adatte a persone afflitte da presbiopia. La presbiopia è una condizione comune che comporta l’incapacità di mettere a fuoco la scrittura a breve distanza.Tradizionalmente, le lenti bifocali necessitavano di un periodo di adattamento e molte persone hanno riscontrato difficoltà nel farne uso. Grazie ad un progressivo miglioramento del prodotto, adesso molte più persone le adoperano.
Le lenti multifocali includono le bifocali (con due poteri) e lenti con più di due poteri. In una lente asferica il potere nel centro di questa è diverso da quello sui bordi (come nelle lenti da occhiali progressive). Una lente concentrica dispone di cerchi dotati di diversi poteri. Questi tipi di lente possono essere usati sia per leggere che per vedere chiaramente oggetti distanti. Sono disponibili sia come lenti mensili che monouso.

 



Come il nome stesso suggerisce, le lenti a contatto monouso vengono utilizzate per un solo giorno e quindi eliminate. Molte persone le considerano le più convenienti in assoluto. Infatti, grazie al loro utilizzo assai breve, non c’è tempo sufficiente per l’accumulo di sporco e residui e, di conseguenza, non è assolutamente necessario pulirle con liquidi appositi.



 

 



Le lenti a contatto mensili sono correntemente le più popolari. Il termine si riferisce a quelle lenti che vengono utilizzate per un periodo tra le due e le quattro settimane prima di essere sostituite. Questo prodotto viene usato durante il giorno e riposto in soluzione conservante durante la notte.


 

 



Il prodotto più innovativo sul mercato è la lente a contatto permanente. È composta di un materiale permeabile che consente un maggior afflusso di ossigeno all’occhio, perfino in situazione di pupilla chiusa. Ciò consente, quindi, il loro uso anche durante il sonno.
Questo tipo di lente è normalmente indicata per un uso tra 1 e 4 settimane per volta. Le stesse lenti possono perciò essere indossate per un periodo di un mese. Queste lenti sono adatte all’uso quotidiano come normali lenti mensili.

 



Circa la normativa italiana in materia di vendita on line di lenti a contatto ci sono molteplici interpretazioni, spesso contrastanti.
In assenza di una chiara normativa in materia ne deriva che, nel rispetto di disposizioni comunitarie, e perciò sovranazionali, il commercio di lenti a contatto, e prodotti ad esse affini, nell’ambito del territorio italiano non può in alcun modo essere vietato o in qualsiasi maniera limitato.