Spedizione gratis: come ottenerla

Sei un Rivenditore o Installatore? Richiedici il listino

Tabaccheria o Rivendita?

Spedizione solo 5€ Spedizione solo 5€
Spedizione Gratuita sopra i 59€ Gratuita sopra i 59€
Consegna in 1-2 giorni Consegna in 1-2 giorni
Reso gratuito fino a 31 giorni Reso gratuito fino a 31 giorni
Sconti quantità Sconti Quantità
Coupon e premi Coupon & Premi
 Risparmi più di quanto pensi Risparmi più di quanto pensi
Senza abbonamenti annuali Senza abbonamenti annuali

Trasformatore elettrico: cos’è e a cosa serve

cos'è trasformatore elettrico

Il trasformatore elettrico, esattamente come indica il nome, è una macchina statica in grado di trasformare la corrente in entrata variandone tensione e intensità, senza però alterarne la potenza elettrica.

La maggior parte dei circuiti elettrici per uso quotidiano (sia da uso domestico che aziendale) funzionano a tensioni molto più basse dello standard da 230 V presente in uscita dalle normali prese elettriche, e i trasformatori riducono i valori della corrente permettendo l'utilizzo di qualsiasi tipo di elettrodomestici o strumentazione elettrica.

Questa straordinaria macchina a corrente alternata consente quindi il trasporto dell'energia elettrica, permettendo di distribuirla alle utenze finali nei valori di tensione più adatti a ciascuno specifico uso.

Da quali elementi è composto il trasformatore elettrico?

Il trasformatore elettrico è generalmente composto da tra tre elementi principali:

  1. Il circuito di entrata

  2. Il circuito di uscita

  3. Un nucleo centrale ferromagnetico, chiamato Generatore

I circuiti elettrici di entrata e di uscita sono isolati fra loro, e hanno la caratteristica di essere reversibili: questo significa che sono potenzialmente invertibili, ovvero il circuito di entrata può diventare quello di uscita e viceversa.

Il circuito in entrata riceve l'energia elettrica, che viene in seguito trasformata ed erogata dal circuito in uscita, funzionando sia come amplificatore sia come riduttore di energia.

Questi due circuiti si avvolgono attorno a un nucleo ferromagnetico composto da lamiere isolate, il cuore del trasformatore.

Come funziona un trasformatore elettrico?

Il trasformatore elettrico funziona collegando semplicemente il circuito di entrata direttamente alla rete di alimentazione elettrica; a questo punto la corrente elettrica passerà attraverso il generatore, che grazie al campo magnetico indotto spingerà la corrente attraverso il circuito in uscita.

trasformatore elettrico

Tipologie di trasformatore elettrico

Il trasformatore elettrico si presta a molteplici utilizzi, in base alla loro posizione all'interno della rete di trasmissione e distribuzione dei circuiti elettrici: ecco i più utilizzati

  1. Il trasformatore trifase

  2. Il trasformatore di corrente

  3. Il trasformatore di tensione

  4. Il trasformatore di isolamento

Trasformatore trifase

Il trasformatore trifase è quello più comunemente utilizzato negli impianti elettrici, perché consente la trasmissione alle utenze di energia elettrica a bassa tensione.

Possono essere composti da tre trasformatori monofase indipendenti tra loro oppure da tre avvolgimenti primari e tre avvolgimenti secondari collegati a un nucleo con tre rami paralleli.

Trasformazione di corrente

Il trasformatore di corrente consente di ridurre i flussi di corrente elettrica particolarmente elevati, permettendo di abbassarla a valori in grado di poter essere facilmente misurati.

Questo trasformatore è in grado inoltre di fornire al circuito in uscita una corrente elettrica proporzionale a quella del circuito in entrata.

Trasformatore di tensione

Il trasformatore di tensione la corrente del circuito in uscita è costante, e varia a seconda del numero di spire dell'avvolgimento dei fili conduttori.

Questi avvolgimenti possono anche avere prese intermedie, garantendo la possibilità di ottenere più valori di tensione diverse contemporaneamente.

Trasformatore di isolamento

Questa tipologia di trasformatori è prevalentemente utilizzata in ambito medico, in quanto garantisce un elevato standard di sicurezza e stabilità anche quando non è possibile utilizzare una messa a terra di tipo tradizionale.

Condividi

Aggiungi un commento