Come sostituire i vecchi faretti alogeni con i nuovi a tecnologia LED?

Pubblicato: 15/10/2015 11:19:29
Categoria: L'Arte di Illuminare

faretti led

Quanti di voi hanno sentito parlare dei faretti a LED in grado di sostituire in maniera efficiente quelli alogeni?

Sicuramente in molti, considerato il fatto che si tratta di un notevole risparmio economico, vista la riduzione dei consumi.

Quando si parla di illuminazione a LED si pensa quasi subito a questi vantaggi, ma non sono i soli, poiché ne esistono tanti altri da prendere in considerazione.

Ovviamente, c’è da tenere conto del fatto che non tutti i faretti a LED sono uguali e di conseguenza sono sempre più numerose le persone che dopo un acquisto sono rimaste deluse sia dalla tipologia di luce che dalla durata.

Di conseguenza, abbiamo deciso di fornirvi alcuni consigli indispensabili su come fare per sostituire al meglio i vecchi faretti alogeni con quelli a LED senza ricevere fregature da chi offre articoli di scarsa qualità a prezzi decisamente ridotti.

Il nostro obiettivo è quello di permettervi una facile sostituzione sfruttando tutte le qualità dell’illuminazione a LED e, per questo motivo, abbiamo pensato ad uno schema suddiviso in quattro semplici passaggi che potranno aiutarvi a risolvere ogni problema.

Punto 1: capire qual è l’attacco del faretto che dovrete sostituire

Dovete considerare che in commercio esistono diverse tipologie di attacco per i faretti da incasso, anche se i più comuni sono il GU10, GU5.3 (detto anche MR16). Tuttavia, è fondamentale capire di quale tipo avrete bisogno per rendere più facile la fase della sostituzione e per l’alimentazione.

Solitamente, quando si tratta di attacco GU10, è 230Vac; per quanto riguarda l’MR16, bisognerà utilizzare un alimentatore a 12V AC.

Punto 2: capire di quanta luce avete effettivamente bisogno

Se volete evitare di rimanere delusi dalla tecnologia a LED, dovete capire di quanta luce avete bisogno nella vostra casa.

Ci sono diverse tecniche per capire di quanta intensità abbiate bisogno per illuminare una stanza, ma quello più semplice verte nei confronti della potenza del vecchio faretto alogeno che andrete a sostituire.

sostituire faretti led

Che cosa significa? Nella maggior parte dei casi, ci troviamo di fronte a soluzioni da 25W, 35W oppure 50W; a questo punto potremo scegliere il faretto a LED migliore. Come fare? Se i vostri vecchi faretti erano di 25W, saranno sufficienti soluzioni da 3W o 4W a LED; se erano da 50W, dovrete scegliere faretti a LED da almeno 6W o 9W.

Cercate sempre di controllare il livello d’illuminazione del faretto a LED che avete deciso di acquistare, poiché come già accennato non tutti i faretti sono uguali ed è possibile trovare soluzioni che non riescano a soddisfare le vostre esigenze nonostante le indicazioni.

Non dovete concentrare la vostra attenzione esclusivamente sulla potenza indicata dal faretto a LED o sul prezzo che vi viene proposto, ma soprattutto dovrete diffidare in maniera categorica di coloro che non riportano il livello d’illuminazione dell’articolo.

Punto 3: capire di che tipologia di fascio luminoso si ha bisogno

Prima di scegliere i faretti a LED da sostituire, è necessario comprendere di che tipo di fascio luminoso abbiate bisogno. Ciò significa che la vostra scelta dovrà dipendere da come la luce si diffonde e dall’effetto che è in grado di creare allo spazio.

I LED, rispetto alle comuni lampadine, potrebbe disperdersi: di conseguenza è opportuno indirizzare in maniera corretta la soluzione luminosa per far risplendere ciò che desiderate.

Esistono diversi tipi di questi faretti con lenti diverse: alcune a 30°, perfette per concentrare la luce in un punto fisso, altre a 60°, indicate per chi desidera avere un fascio di luce più omogeneo e ampio.

faretti led alogeni

Se le lenti non fanno al caso vostro, potreste optare per faretti LED con LED SMD, i quali però dovranno disporre di un raggio molto ampio vista l’elevata dispersione della luce.

Questa tipologia di faretti potrebbe creare un effetto luminoso non proprio gradevole, pertanto in molti scelgono questa opzione con l’aggiunta di una lente particolare che può illuminare fino a 120°.

Punto 4: sostituite i vecchi faretti

Finalmente avete scelto il giusto faretto a LED per la vostra casa e potrete sostituire quello vecchio.

Sia che abbiate scelto soluzioni con attacco Gu5.3 o GU10 avrete la stessa difficoltà durante il procedimento, ovvero nessuna: ciò che dovrete fare è sfilare il vecchio faretto e montare quello nuovo, poiché le dimensioni di quelli a LED sono identiche a quelle tradizionali.

Questi faretti a LED possono sostituire ogni tipologia di lampada alogena, garantendo una durata maggiore di 15 volte (quindi circa 50 mila ore in più rispetto ai faretti alogeni) e nessun costo per quanto riguarda la manutenzione, poiché non si verificano fulminazioni.

Inoltre, non sono nocive per la salute, poiché prive di radiazioni elettromagnetiche, mercurio e radiazioni UV. Un articolo decisamente versatile, che potrete sfruttare non solo per la vostra casa, ma anche per negozi, uffici, vetrine e addirittura giardini, grazie agli appositi porta-faretti stagni.

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)