Le soluzioni per rinfrescare casa senza condizionatore d'aria

Pubblicato: 21/06/2021 15:10:55
Categoria: Consigli per gli acquisti

afa

Il 21 giugno 2021 coincide con il solstizio d’estate e con il giorno più lungo dell’anno. Significa che, nell’emisfero boreale, il sole raggiunge il punto di massima altezza rispetto all’orizzonte illuminando una parte del nostro pianeta per più ore rispetto a tutti gli altri giorni.

Ciò che interessa a noi è che, con questa data, diamo finalmente il benvenuto all’estate, quella stagione dell’anno caratterizzata da temperature elevate, caldo asfissiante, bagni rinfrescanti e modi per combattere la calura.

I più “fortunati” affrontano il caldo torrido dei mesi estivi con un condizionatore d’aria che permette di abbassare notevolmente le temperature tra le mura di casa.

Tuttavia, al di là dei vantaggi da un punto di vista dei benefici per il corpo, il condizionatore comporta una notevole spesa da un punto di vista energetico.

Questo, infatti, crea picchi di carico nelle ore più roventi del giorno e, se usati in maniera spropositata, si vanno ad aggiungere alla lista dei consumi che nel tempo hanno un impatto sia sulla bolletta della luce che sull’ambiente.

Ma è possibile combattere la calura senza condizionatore? In quest’articolo risponderemo a questa domanda con una serie di consigli e piccoli trucchi che vi permetteranno di rinfrescare la vostra abitazione anche senza impianto di condizionamento.

Tapparelle, finestre aperte e correnti d’aria

Il modo migliore per mantenere fresco un ambiente durante una giornata di sole è impedire ai raggi di entrare in casa. Utilizzate tapparelle, persiane o tende (esterne o interne) che possono limitare la quantità di caldo che entra in casa.

Altro consiglio molto utile è quello di mantenere le finestre aperte durante le ore notturne in modo da permettere un ricircolo dell’aria continuo.

Se la notte è abbastanza fresca e ventilata, chiudete presto le finestra la mattina in modo da catturare l’aria notturna e “lasciarla” in casa per molte ore.

Collegato alle finestre aperte è lo sfruttamento delle correnti d’aria in casa creando una sorta di percorso che permetta al flusso di muoversi attraverso più stanze.

In questo modo sarà possibile rinfrescare la stanza anche senza condizionatore sfruttando quella che viene chiamata “aria condizionata naturale”.

Ovviamente, oltre a questi “trucchetti” potete affidarvi anche al caro vecchio ventilatore che torna sempre utile nel momento in cui avete bisogno di un fedele alleato per combattere la calura.

A differenza del condizionatore d’aria, il ventilatore non raffredda i locali ma le persone grazie all’effetto del vento. Questo significa che, per voi, ha senso utilizzarlo solo in presenza di persone e non lasciarli vorticare se in stanza non c’è nessuno perché consumerete solamente corrente.

Tende, luci a LED e dispositivi elettronici

serrande

C’è un trucco sicuramente poco conosciuto che potete utilizzare per rinfrescare una stanza. Consiste nell’immergere la parte finale delle tende in un secchio pieno d’acqua fredda lasciando poi le finestre aperte.

La corrente che si andrà a creare, passando attraverso il tessuto bagnato della tenda, raffredderà la stanza e vi garantirà un’alternativa a basso prezzo rispetto all’aria condizionata.

Forse non lo sapete, ma uno dei metodi migliori per abbassare la temperatura in casa è utilizzare le lampadine a LED. Queste, infatti, oltre a utilizzare meno energia, generano un calore decisamente inferiore rispetto a quelle a incandescenza o alogene.

Anche l’utilizzo di elettrodomestici e dispositivi elettronici fa aumentare la temperatura in casa. Evitate di cuocere al forno e di preparare cibi che prevedono una lunga cottura ai fornelli e spegnete totalmente televisori e computer.

Sembra impossibile, ma è dimostrato che la somma del calore di tutti questi dispositivi fa aumentare la temperatura in casa di 2 o 3 gradi.

L’ultimo consiglio, utile in realtà anche per i mesi invernali, è coibentare l’abitazione. Infatti, per quanto possa sembrare strano, il cappotto termico non ripara solo dal freddo ma torna utile per isolare casa anche dai raggi del sole.

Questo intervento è più impegnativo rispetto alle soluzioni che abbiamo visto in precedenza, ma è senza dubbio il più efficace per diminuire i consumi del riscaldamento in inverno e della climatizzazione in estate.

Alcuni consigli per patire meno il caldo

Ora che abbiamo visto alcune soluzioni per affrontare la calura estiva senza condizionatore, vediamo qualche consiglio che può tornarvi utile nella vita di tutti i giorni:

  • Evitate di uscire nelle ore più calde (dalle 10 alle 15)
  • Bevete molta acqua e in maniera continua
  • Evitate bibite gassate alla cola e caffè perché aumentano il calore metabolico e provocano disidratazione
  • Preparate infusi freddi con menta, camomilla, foglie di tarassaco, ibisco ecc.
  • Cercate di rinfrescarvi continuamente
  • Indossate abiti adeguati
  • Adeguate la vostra dieta integrando cibi crudi, frutta e insalate

Per combattere la calura estiva, nel nostro store online potete trovare l'innovativo asciugamano in microfibra Cool&Dry Towel con effetto rinfrescante. Superassorbente, traspirante e termoregolatore, una volta bagnato e strizzato abbasserà la temperatura all'istante e vi donerà una sensazione di freschezza per circa 2 ore. 

Insomma, seguendo i consigli che vi abbiamo presentato in quest'articolo, combatterete l'afa estiva, eviterete l’accumulo di calore in casa, risparmierete energia, spenderete meno e potrete contribuire anche alla sostenibilità del Pianeta.

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)