Ecco come pulire le fughe delle piastrelle con il bicarbonato

Pubblicato: 27/08/2018 16:00:00
Categoria: Profumo di Pulito

come pulire le fughe delle piastrelle con il bicarbonato

Pulire le fughe delle piastrelle ormai annerite da sporco, muffa o macchie incrostate può risultare un’operazione insidiosa e più complicata del previsto.

Purtroppo questa fastidiosa pulizia non può essere rimandata all’infinito: soprattutto nel caso di mattonelle o piastrelle dai colori chiari, il contrasto con lo sporco delle fughe dona agli ambienti uno spiacevole effetto trasandato.

Arrotoliamoci le maniche, infiliamo i guanti e prepariamoci quindi a pulire le fughe delle piastrelle.

 

Come pulire le fughe delle piastrelle con il bicarbonato di sodio.

Il bicarbonato di sodio è uno dei vecchi rimedi infallibili della nonna, una soluzione multiuso sempre efficace.

Risulta una soluzione perfetta anche per le piastrelle più delicate, perché le pulisce in profondità senza andare a sbiadire i colori o ad opacizzarne la superficie.

In questo caso possiamo utilizzarlo in più modalità diverse, in base al grado di sporco accumulato.

Scopriamo come pulire le piastrelle con sporco lieve, moderato o extra.

 

Come pulire le fughe delle piastrelle con sporco lieve.

Un’incrostazione delle fughe sedimentata da poco, il bianco solo leggermente ingrigito e nessuna traccia di muffa rendono la pulizia decisamente più veloce e rapida di quanto possiate immaginare.

Non sempre è necessaria una pulizia estremamente approfondita: soprattutto se si è costanti nella manutenzione delle proprie piastrelle può essere sufficiente ricorrere saltuariamente a delle pulizie più leggere e meno aggressive.

In questo caso preparate una pasta formata da bicarbonato di sodio e acqua bollente, mescolando fino a formare un composto piuttosto denso.

Stendetelo sulle fughe e lasciatelo riposare per circa 1 ora, rimuovendo il grosso del bicarbonato con un panno e strofinando in seguito con un vecchio spazzolino.

In questo modo avrete pulito efficacemente lo sporco più superficiale, mentre le fughe saranno tornate perfettamente bianche.

 

come pulire le fughe delle piastrelle

Come pulire le piastrelle con sporco moderato

Pulire le fughe delle piastrelle in bagno, in cui si è magari sedimentata un po’ di umidità scura e sicuramente poco igienica, serve una soluzione in grado di pulire a fondo muffa e sporco.

In questo caso i nostri alleati migliori sono due: bicarbonato e aceto di alcool (o aceto di vino bianco).

Questi due ingredienti combinati insieme possono creare un effetto davvero sorprendente.

Prendete del bicarbonato di sodio e miscelatelo assieme all’aceto fino a formare un impasto dalla densità media.

Non vi preoccupate se comincerà a formare tante piccole bolle: è la reazione che produce il bicarbonato a contatto con una sostanza acida come l’aceto.

Stendete il composto solo sulle fughe, pulendo le piastrelle da eventuali residui.

Una soluzione estremamente comoda (anche se inusuale) è quella di stendere il composto con una sac a poche, o – in alternativa – inserendo la pasta dentro un sacchetto da congelatore precedentemente bucato su un angolino.

In questo modo potrete stendere l’impasto in maniera piuttosto precisa, senza correre il rischio di danneggiare le piastrelle.

Lasciate in posa per almeno 3 ore, quindi ripulite il tutto utilizzando acqua calda e una spazzola a setole dure.

Spruzzate un po’ di acqua calda sull’impasto e cominciate a strofinare bene lungo la linea delle fughe. Vedrete che sporco e umidità scompariranno all’istante!

come pulire le fughe delle piastrelle

 

Come pulire le piastrelle con sporco “extra”

Una soluzione per pulire le fughe delle piastrelle eccessivamente sporche è quello di utilizzare una soluzione d’urto formata da bicarbonato, sapone per piatti e acqua ossigenata.

Questa soluzione è un rimedio estremo ma estremamente efficace: L’acqua ossigenata abbinata al bicarbonato assicura un’azione di sbiancante estremo, mentre il sapone per piatti sgrassa in profondità lo sporco più sedimentato.

Per preparare l’impasto servono:

◙  150 grammi di bicarbonato di sodio
◙  60 ml di acqua ossigenata a 40 volumi (o superiore)
◙  2 cucchiai di sapone per piatti

Preparate un impasto mescolando assieme questi tre ingredienti, stendendolo immediatamente sulle fughe (e ripulendo per bene la superficie delle piastrelle).

Lasciate riposare il tutto per almeno un paio d’ore, lavando via la pasta con acqua calda o bollente.

Anche in questo caso è sufficiente spruzzare acqua calda su una piccola zona, pulendo poi le fughe con una piccola spazzola a setole dure.

In questo modo l’azione abrasiva del bicarbonato raschierà via anche i residui più sedimentati di sporco, mentre il sapone per piatti produrrà una leggera schiuma che aiuterà nella pulizia.

Un consiglio è però quello di utilizzare i guanti per lavare i piatti: l’acqua ossigenata a 40 volumi è estremamente corrosiva, e può ustionare la pelle se non prendete i dovuti accorgimenti!

 

come pulire le fughe delle piastrelle

Come pulire le fughe delle piastrelle senza far danni

Prima di iniziare a pulire qualsiasi superficie della casa, la regola aurea rimane sempre la stessa: fate una prova su un piccolo angolo nascosto, evitando di danneggiare irreparabilmente le vostre piastrelle preferite.

 

 

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)