Preservativi Femminili: Funzionano Veramente? Che vantaggi portano?

Pubblicato: 03/09/2015 10:05:20
Categoria: Coppia e Sessualità

Finalmente un contraccettivo barriera non ormonale: il preservativo femminile.

Poco pubblicizzato, il preservativo femminile è un ottimo ausilio per proteggersi da trasmissioni sessuali e da gravidanze indesiderate.

Il preservativo femminile meglio conosciuto come 'fedimidom' è idoneo a non far incontrare lo spermatozoo con la cellula femminile. E' un innovativo ausilio che viene utilizzato da gran parte delle donne in tutto il mondo per la sua enorme facilità di inserimento.

preservativi femminili

In Italia è davvero poco conosciuto e la stragrande maggioranza delle donne è ancora scettica sul suo utilizzo, la realtà però è ben diversa in quanto è utilissimo ed ha innumerevoli vantaggi.

Innanzitutto, le donne non devono provare timore verso questo oggetto che si introduce nella vagina, è praticamente impossibile infatti che possa "perdersi".

Come è fatto il preservativo femminile?

Il preservativo femminile è formato da due anelli mobili e flessibili situati all'inizio e alla fine, che consentono l'introduzione nelle pareti vaginali con un solo dito.

La lunghezza è identica a quella di un classico preservativo maschile e il materiale è simile ai comuni condom ossia in poliuretano, nitrile sintetico oppure lattice.

Quando il preservativo viene introdotto all'interno della vagina, l'anello interno si posiziona dietro l'osso pubico mentre quello esterno rimane all'entrata della vagina.
Il partner può quindi introdurre il pene in erezione ed eiaculare tranquillamente senza che il liquido seminale entri all'interno dell'ambiente vaginale.

preservativo femminile

Quest'oggetto che viene guardato con estrema diffidenza, è un elemento molto innovativo che supera tutti i tabù che inevitabilmente ancora esistono. Per comprendere l'utilità ed i benefici di questo profilattico, bisognerebbe utilizzarlo almeno una volta.

Si capirà fin dall'inizio che le caratteristiche sono simili a quelle del profilattico maschile e anche coloro allergici al lattice, possono usufruirne tranquillamente grazie alla realizzazione di preservativi femminili anallergici.

Anche le donne che hanno avuto gravidanze per via vaginale possono utilizzare questi preservativi che esistono anche di misure maggiori a quelle convenzionali nel caso in cui il canale vaginale, si fosse allargato.

Tutti i vantaggi del preservativo femminile.

Come tutti i prodotti in commercio, anche i preservativi vaginali hanno i pro ed i contro ma i vantaggi superano di gran lunga i fattori negativi se mai dovessero esserci.

  • Il condom si può inserire qualche ora prima del rapporto in modo che la donna che sa di dover avere un rapporto sessuale con il proprio partner, può infilare il preservativo già prima di uscire da casa.

  • Si possono scegliere dei preservativi femminili adatti all'anatomia del proprio fisico ed acquistarli senza nessuna remora poiché non c'è bisogno di prescrizione medica dato che l'ausilio NON è un contraccettivo ormonale.

  • Nel caso si avessero problemi di secchezza vaginale, si possono usare tranquillamente dei lubrificanti oleosi o acquosi a patto che i preservativi NON siano di lattice che è un materiale non compatibile con il lubrificante che contiene olio.

  • Durante il rapporto sessuale, l'uomo viene ampiamente avvantaggiato poiché il preservativo femminile offre una maggiore sensibilità rispetto a quello maschile.

  • I condom femminili si conservano facilmente in un cassetto o nell'armadietto dei medicinali dato che resistono al calore e non si corre il rischio che si deformino o si deteriorino.

  • Alla pari dei contraccettivi maschili anche i preservativi femminili si trovano del tipo anallergico se si soffre di allergia al lattice.

  • Al contrario di contraccettivi ormonali, i profilattici femminili non hanno alcuna controindicazione anzi, sono indicatissimi per le donne che hanno appena partorito e persino quando hanno il ciclo mensile.

  • La coppia troverà un notevole giovamento durante il rapporto grazie all'alta sensibilità che offrono questi condom poiché l'anello interno agisce da stimolatore per il membro maschile e l'uomo ne trarrà beneficio a livello di eccitazione.

  • Grazie alle innovative ricerche dei progettisti delle case farmaceutiche, si è evitato anche quel 'fruscio' che derivava dall'attrito della pelle del pene sulla guaina.


Anche il preservativo femminile presenta dei piccolissimi svantaggi, facilmente risolvibili con una leggera pratica.

contraccettivo femminile

Inizialmente infatti, quando la donna non sa ancora gestire il condom, potrebbe verificarsi che lo stesso si appiccichi alle dita per via del lubrificante gelatinoso con il quale è rivestito.
Basta qualche giorno di prova e l'operazione si semplificherà tantissimo tanto che alla nuova introduzione in vagina, la donna non troverà alcun ostacolo.

Naturalmente, chi è allergica al lattice e ne è già al corrente non dovrà usare i condom realizzati in questo materiale ma quelli con materiali alternativi creati specificamente per le donne ed i partner che hanno problemi di orticaria e dermatiti.


Come inserire correttamente il preservativo femminile.

Per una corretta introduzione del preservativo femminile, bisogna agire alla pari di un assorbente interno.

Se la vagina appare secca, si possono usare i lubrificanti compatibili al materiale del condom che solitamente, sono quelli acquosi.

Il preservativo va introdotto su un dito e poi inserito in vagina e ciò si può fare addirittura 8 ore prima di un rapporto.

profilattico femminile

Una volta terminato il rapporto sessuale, la rimozione avviene altrettanto facilmente ossia prendendo delicatamente le estremità dell'anello esterno e sfilando il condom dalla vagina.

Tuttavia, al contrario del preservativo maschile, quello femminile si può anche non rimuoverlo subito ma comunque prima che la donna si alzi in piedi.

Così come il diaframma anticoncezionale, anche il condom femminile è un contraccettivo barriera. Le differenze però sono basilari, infatti il preservativo femminile offre moltissimi vantaggi in più del diaframma.

Quest'ultimo non si srotola come un comune condom ma è una cupola che si introduce in vagina per evitare gravidanze indesiderate e non può inserirsi qualche ora prima del rapporto ma solo qualche istante prima.

Inoltre, il diaframma non è un mezzo contraccettivo sicurissimo, ha bisogno infatti del supporto di uno spermicida.

Dove acquistare il preservativo femminile.

Complice la scarsa informazione, il preservativo femminile non si trova facilmente in farmacia e nei supermercati ma è possibile acquistarlo nei negozi online, dove si trova una vasta gamma di prodotti adatti a tutte le esigenze.

Qui è possibile reperire i contraccettivi ad un ottimo prezzo e si può usufruire delle promozioni per ottenere un notevole risparmio di denaro. La confezione arriva a casa del richiedente, nel massimo riserbo e nell'assoluto anonimato.

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)