Vi siete mai chiesti quali sono i motivi del successo degli Accendini Clipper?

Pubblicato: 16/09/2015 10:35:50
Categoria: L'Angolo del Fumatore

Gli accendini Clipper sono oramai un prodotto diffuso e conosciuto in tutto il mondo in quanto, oltre alla loro indiscussa qualità, questi particolari e sofisticati accendini sono oggetto di un appassionato fenomeno di collezionismo, che coinvolge anche i non fumatori, evidentemente attratti dall'originalità del prodotto.

accendini clipper novità

Le diverse serie di accendini Clipper che si trovano presso tutte le tabaccherie e rivenditori autorizzati, infatti, hanno una distribuzione temporale limitata e sono acquistabili fino ad esaurimento scorte per soli 6 mesi, eccetto la serie monocroma.

Superato questo periodo, subentra una nuova serie a tiratura limitata, con nuovi temi e colori, caratterizzati sempre da uno spiccato senso artistico.

Questa particolare modalità di vendità rende l'accendino un vero e proprio oggetto da collezione ed è soprattutto da ciò che deriva il suo successo tra i collezionisti di tutto il mondo.

Gli accendini Clipper sono per la maggior parte prodotti a Barcellona, ma anche in India (Chennai ) e Cina (Shanghai), insieme a tutto un vasto repertorio di accessori, tra cui in primis figurano le ricariche di gas e le nuove pietrine.

La Storia degli Accendini Clipper

Il primo esemplare di Clipper è stato prodotto nel 1972 e il suo particolare design dall’aspetto cilindrico è risultato unico nel suo genere, in quanto è ufficialmente registrato come brevetto e perciò NON può essere contrafatto da altri produttori.

L’autore del progetto è Enric Sardà, ma ora il famoso marchio è di proprietà della società Flamagas SA (1959), che ha perfezionato il prodotto dotandolo di nuovi accessori e caratteristiche e ne ha accresciuto la qualità con l’utilizzo di gas isobutano che, differentemente dal gas degli altri accendini, ha una pressione inferiore e di conseguenza ha una durata maggiore rispetto agli altri gas. 

Le Caratteristiche

Inoltre gli accendini Clipper, grazie al loro resistente serbatoio in nylon, sono dotati di una carica di gas quasi doppia rispetto agli altri accendini e, come se non bastasse, è possibile ricaricarli a piacimento tramite le pratiche fiale di gas butano, decisamente più economiche.

L’ambito accendino Clipper è spesso associato anche alle sigarette rollate, le cosiddette roll-your-own diffusissime tra i giovani. Perchè?

clipper

Perchè solo con i Clipper è possibile estrarre la pietrina dal corpo dell’accendino e utilizzarla come strumento per pressare il tabacco, per poi riporla comodamente nella sua sede e innescare l’accensione.

L’insieme di tutte queste qualità, ma in particolare l’infinita gamma di colori e arti grafiche che contraddistinguono ognuna delle serie di accendini Clipper, ha contribuito alla nascita di una vera e propria " Clipper Mania".

Clipper e Collezionismo

I collezionisti oramai non si perdono una serie, vista l’unicità della collezione, la cura nella stampa e soprattutto l’utilizzo di temi che ben si adattano alle attuali tendenze giovanili, non trascurando il richiamo a motivi/marchi/oggetti famosi.

L’accendino Clipper è addirittura entrato a far parte della cultura popolare come vera e propria forma d’arte e, per esempio, è stato utilizzato dall’artista britannico Damien Hirst per comporre alcune opere caratterizzate dalla presenza di scatole di tabacco.

accendini clipper collezione monster

Addirittura è entrato perfino a far parte di una sceneggiatura creata dagli autori Anna Hyndman e Graeme Milne, in cui l’accendino Clipper figura come protagonista nell’atto di raccontare in prima persona la sua esperienza di vita.

Le numerose pagine facebook a tema con il fenomeno, come le italianissime: Clipper Mania Italia, Clipper Italia, ecc crescono a ritmi davvero elevati, cosa che si può appunto notare dal numero di "Mi Piace", Commenti e Condivisioni che i post di queste pagine generano giornalmente. 

Insomma ci troviamo davanti ad una vera e propria Clipper Mania che non accenna a fermarsi, anzi, forse non è stato nemmeno raggiunto il picco massimo. Staremo a vedere nei prossimi mesi. ;-)

Condividi l'articolo

Vedi tutti i commenti (1)

Clipper Italia


16/09/2015 17:09:40

Tutto vero, confermiamo! :-)

Aggiungi un commento

 (con http://)