Luce fredda o calda? Ecco come scegliere la più adatta in ogni stanza della casa

Pubblicato: 10/07/2018 16:30:00
Categoria: L'Arte di Illuminare

luce fredda o calda

Illuminare significa anche arredare, soprattutto nel momento di scegliere la giusta temperatura delle lampadine: ma è meglio la luce fredda o calda?

Per rispondere a questa domanda è necessario capire a quale scopo utilizzeremo principalmente ogni zona della casa, se per momenti di svago e di relax o per attività ricreative e ludiche.

Vediamo insieme come illuminare ogni stanza della casa con la luce giusta.

 

Luce calda o fredda in cucina?

luce fredda o calda in cucina

La cucina è il cuore pulsante della casa, spazio di aggregamento familiare e la stanza in cui passiamo la maggior parte del nostro tempo.

Le attività che svolgiamo sono principalmente due: cucinare e mangiare.

Per queste due attività avremo bisogno di concentrazione e una mente attiva, pronta anche a dialogare con le altre persone sedute a tavola con noi.

Per questa ragione il consiglio principale è di non utilizzare né una luce calda né una fredda: la prima renderebbe la cucina troppo rilassante (rischioso nel momento in cui maneggiamo coltelli o altri utensili taglienti), nel secondo caso invece una luce fredda rischierebbe di diminuire il nostro senso dell'appetito.

La scelta migliore è utilizzare una luce neutra in cucina, in grado di ravvivare gli ambienti senza farci rilassare né agitare troppo.

Una comoda e rassicurante via di mezzo.

 

Camera da letto e cameretta, meglio la luce calda o  fredda?

luce fredda o calda in camera

Diametralmente all'opposto rispetto alla cucina, le camere da letto devono essere ambienti confortevoli e di assoluto relax: per questa ragione vanno illuminate in maniera soffusa, utilizzando luci calde e avvolgenti.

La luce calda ha anche il potere di trasmettere una sensazione di serenità, rendendo il momento della buonanotte decisamente più piacevole.

 

Luce calda o fredda in salotto?

luce fredda o calda in salotto

La sala è la stanza della casa in cui ci rilassiamo a fine giornata, leggendo un buon libro o vedendo un film in tv. Ci mettiamo comodi sul divano e l'unico pensiero che abbiamo è quello di voler trascorrere un po' di sano e meritato relax.

In questo caso non c'è nulla di meglio della serena e avvolgente luce calda, in grado di illuminare il soggiorno in maniera rilassante e tranquilla.

La luce calda favorisce il rilassamento, ed è adatta anche ad ospitare persone nuove in casa, mettendole a loro agio.

Meglio optare per una luce più intensa e con una gradazione di calore leggermente inferiore rispetto a quella utilizzata in camera da letto, ma in ogni caso scegliete anche in base al vostro gusto personale e all'arredamento che avete utilizzato.

 

luce calda o fredda in bagno?

luce calda o fredda in bagno

In questo caso la risposta è più complicata, perché dipende dal tipo di bagno.

Soprattutto nel caso in cui disponiate di più bagni nella stessa casa, ne avrete sicuramente alcuni di servizio e altri per un uso personale, i cosiddetti bagni padronali.

Il bagno di servizio è quello adibito agli ospiti, un bagno dall'utilizzo rapido e fugace, in cui a volte sono disposti solamente i sanitari.

In questo caso una luce fredda può essere utile per un duplice scopo: il primo quello di trasmettere una sensazione di grande igiene (le tonalità fredde sono considerate un sinonimo di pulizia), mentre il secondo quello di favorire la velocità di utilizzo.

Anche il locale lavanderia potrà essere adeguatamente illuminato con una tinta fredda, per darvi ancor più la sensazione di pulizia dei capi.

Nel bagno padronale potremo invece osare una luce più rilassante, che ci faccia sentire come in una piccola SPA personale: una luce calda, specie durante il bagno, ci aiuterà a rilassarci a fine giornata, prendendoci finalmente tutto il tempo necessario per goderci un meritato riposo serale.

 

Luce calda o fredda nel garage?

luce fredda o calda in garage

Il garage è una zona della casa che possiamo sfruttare come zona di passaggio momentaneo (passando dalla macchina all'interno dell'abitazione) o come zona hobby se abbiamo allestito un tavolo per il bricolage o per il fai-da-te.

In entrambi i casi la soluzione più adatta per illuminare un garage è quella di utilizzare luci fredde e intense, in grado di alzare l'asticella della nostra attenzione rendendoci più svegli e attivi.

 

Quale tipologia di luci utilizzare?

Qualsiasi sia la vostra scelta, la soluzione migliore ricade sulle lampadine LED, in grado di offrire uno spettro di colore ampio e intenso.

Non solo: le luci LED hanno il vantaggio di accendersi immediatamente a pieno regime e di durare molte ore in più rispetto alle classiche alogene o a incandescenza.

Queste caratteristiche uniche le rendono la scelta migliore per qualunque tipo di ambiente.

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)