Interruttori Crepuscolari: Vantaggi e Caratteristiche

Pubblicato: 21/02/2018 15:31:42
Categoria: L'Arte di Illuminare


interruttori crespuscolari

Con il calare della luce solare, ecco che lentamente cominciano ad accendersi le varie luci della città: sono gli interruttori crepuscolari, dispositivi con attivazione automatica in grado di accendersi nel momento in cui la luce naturale comincia a diminuire.

Installati sulle strade cittadine o all’interno di edifici residenziali, gli interruttori crepuscolari sono un valido aiutante in grado di illuminare le zone di passaggio, dando tutta la luce di cui abbiamo bisogno senza la necessità di un’accensione manuale.

Come funzionano gli interruttori crepuscolari?

Esistono due tipologie di interruttori crepuscolari: quelli provvisti di fotoresistenza e quelli astronomici.

Differiscono per tipologia di funzionamento, e le loro caratteristiche li rendono adatti per situazioni diverse.

La prima tipologia di interruttori crepuscolari si attiva in base alla quantità di luce solare in grado di ricevere: sono infatti provvisti di fotoresistenze in grado di percepire la quantità di luce ambientale, attivandosi in automatico quando questa comincia a diminuire.

Utili soprattutto negli spazi aperti (strade, vialetti di casa, giardini, etc), sono in grado di fornire luce in qualsiasi circostanza: anche in caso di maltempo o pioggia, quando la luminosità è scarsa, forniscono luce utile durante le ore diurne.

Per questa ragione sono gli interruttori più usati all’interno dei comuni o dei centri abitati.

Questi interruttori sono stati in seguito adattati a circostanze diverse, ad esempio attivandosi anche al passaggio di una persona (grazie alle cosiddette Fotocellule).

Ovviamente il prezzo del dispositivo aumenterà in maniera proporzionale ai vantaggi offerti.

Gli interruttori crepuscolari nella versione “astronomica” sono invece diametralmente diversi, basando il loro funzionamento NON sulla fotoresistenza, ma sul crepuscolo astronomico.

Inserendo nel chip integrato la latitudine e la longitudine del luogo in cui si trova la fonte di luce, l’interruttore calcola in automatico la posizione del sole e accendendosi quando questo raggiunge la posizione di -18° sotto l’orizzonte, ovvero nell’ora del tramonto.

Questa soluzione è la più adatta nelle fabbriche o in luoghi privati con orari di visita predefiniti, in cui c’è la possibilità di una gestione manuale nelle ore del giorno senza preoccuparsi degli orari di chiusura.

Se invece volete abbattere i costi in maniera drastica, valutale l’acquisto di un interruttore a orario; non possono definirsi propriamente crepuscolari, perché ovviamente andranno riprogrammati in base alla luce solare disponibile, tenendo conto delle variazioni mese per mese.

Come si installa un interruttore crepuscolare?

montaggio interruttori crepuscolari

L’installazione di un interruttore crepuscolare è semplice e molto rapida, soprattutto per chi ha già dimestichezza con le piccole installazioni elettriche.

Di fondamentale importanza è invece calcolare il punto più adatto in cui collocarlo, soprattutto se ne installate uno a fotoresistenza.

Bisogna fare attenzione a non collocarlo in luoghi con scarsa luminosità, lontani da fonte dirette di luce.

Anche la presenza di strutture architettoniche può influire sul corretto funzionamento del dispositivo, perciò sarebbe bene trovare un luogo aperto e con una buona esposizione.

Una volta deciso il luogo in cui installare il vostro nuovo interruttore crepuscolare, staccate l’interruttore generale della corrente elettrica e procedete all’installazione.

Generalmente l’interruttore va collocato fra la lampada e il portalampada, avendo cura di collegarlo perfettamente ai morsetti elettrici.

Se invece vogliamo applicare il dispositivo a più fonti di luce (come una serie di lampioni), dobbiamo collegarlo alla scatola di derivazione preposta.

Quali sono i vantaggi di un interruttore crepuscolare?

Gli interruttori crepuscolari sono utili per vari motivi, ma il primo è senza dubbio il notevole risparmio energetico.

Gestire in maniera automatica gli interruttori analizzando in maniera selettiva la quantità di luce erogata, permette di ridurre notevolmente gli sprechi e abbattere i consumi, voci fondamentali che qualsiasi azienda o attività privata deve prendere in seria considerazione.

Questi interruttori si rivelano molto utili anche per una questione di sicurezza: mantenere una zona illuminata la renderà poco appetibile ai malintenzionati, garantendo un alto standard di sicurezza a strade, luoghi pubblici e abitazioni private.

cosa sono gli interruttori crepuscolari

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)