Cosa si intende per illuminazione LED ad alta densità?

Pubblicato: 29/11/2016 17:18:48
Categoria: L'Arte di Illuminare

illuminazione led altà densità

Qual è il modo più semplice per risparmiare energia elettrica nelle nostre abitazioni? Utilizzando poco il condizionatore d'estate e accendendo la caldaia per il riscaldamento solo in caso di necessità?

Sicuramente una pratica economicamente ed ecologicamente da ammirare. Acquistando elettrodomestici di classe energetica superiore a quelli che si hanno in casa? Si, ma bisogna tener conto del rifiuto che si va a creare ed a volte gli apparecchi di nuova generazione non sono adatti a tutte le tasche.

Spegnendo le luci quando non ne si necessita l'utilizzo e fare lo stesso con gli elettrodomestici evitando il fastidioso e inutile consumo dello stand-by? Neanche questo è il miglior modo di ottenere un corretto utilizzo dell'elettricità, ma ha comunque a che fare con l'illuminazione.

Secondo gli esperti del settore, negli edifici smart l’illuminazione intelligente a Led permette di risparmiare più energia rispetto a qualsiasi altro sistema

Secondo la Commissione dell'Unione Europea, l'utilizzo sempre più ampio di questa tecnologia dovrebbe portare entro il 2020 a un risparmio energetico pari al consumo di 11 milioni di famiglie all'anno e a una riduzione delle emissioni di anidride carbonica di 15 milioni di tonnellate all'anno.

Inoltre, come invece già in molti sanno, le lampadine Led durano in media 8/10 volte in più rispetto alle tradizionali e arrivano a consumare fino all’80% in meno.

In pratica, per una lampadina a risparmio energetico accesa 5 ore al giorno, si consumano 99 KWh all’anno per una spesa complessiva di soli 16 euro. Si risparmiano, dunque, 65 euro all'anno e se si considerano almeno 3 lampadine, il portafogli degli italiani ne beneficia a fine anno per 195 euro, che in tempi di crisi non è una spesa indifferente.

La forte crescita, soprattutto in Europa, è guidata in parte dalle opportunità di risparmio sui costi e in parte dalle stringenti normative edili sempre più verdi, e dagli incentivi pubblici.

La crescente preoccupazione internazionale per i sempre più evidenti effetti dei cambiamenti climatici (è recente la notizia che nel 2015 la concentrazione di anidride carbonica nell'aria si sia affermata stabilmente sopra alle 400 parti per milione, dato quanto mai preoccupante), ha fatto si che l'opinione pubblica si sensibilizzasse, rendendo mainstream il fattore ecologico della nostra società.

Cosa vuol dire illuminazione led ad alta densità?

illuminazione a LED alta densità

Il passaggio ad array Led ad alta densità, permetterà un'ulteriore espansione di questo sistema di illuminazione. I nuovi sistemi avranno le stesse performance delle lampade tradizionali, unendo a queste alte prestazioni in termini di durabilità ed efficienza

Il successo è stato possibile grazie a brand famosi nel campo dell'illuminazione, tra cui Lumileds, Sharp, Bridgelux e Cree.

Vengono denominati array Cob (Chip-on-board), permettono di ridurre la complessità di progettazione (in termini di driver e di controlli elettronici, così come di assemblaggio meccanico), ma anche i costi di produzione e di installazione.

Diventano quindi ideali per le lampade moderne e tradizionali, ma soprattutto per quanto riguarda applicazioni su impianti più vecchi.

La grande rivoluzione promessa dall'alta densità comporta, d'altra parte, sfide progettuali intrinseche, in particolare per quanto concerne le interfacce elettriche e termiche: la scelta degli array Led dovrà essere improntata non solo in termini di lumen, temperatura di colore e Cri (indice di resa cromatica), ma anche di collegamento con i componenti di raffreddamento, in modo da evitare con relativa sicurezza problemi di surriscaldamento delle componenti interne.

Esistono quindi dei dissipatori di calore di diverse dimensioni e forme, ma il fattore più importante risulta essere l'assenza totale di striature, in quanto più il materiale è liscio, più è freddo.

Sono presenti sul mercato anche dei supporti speciali per permettere due diverse installazioni dei LED: una direttamente sopra il dissipatore, l'altra appunto attraverso un dispositivo di sostegno.

Ecco alcuni esempi pratica di illuminazione led ad alta densità

illuminazione led ad alta densità in città

Per fare degli esempi pratici di una tecnologia già presente sul mercato i Led array Cree XLamp CXB1310 e CXB1520 sono dotati della SC5 Technology Platform e offrono la più alta densità luminosa del settore in rapporto alla superficie emissiva.

Queste nuove lampadine sono in grado di racchiudere il flusso luminoso di sette lampade da 60 W in un formato più piccolo di una moneta, consentendo ai produttori di illuminazione di ottener maggior luce dove richiesto con costi di sistema nettamente inferiori. 

Come detto precedentemente essi permettono di realizzare incassi, che forniscono fino a 2700 lumen con soli 28 watt in un formato da quatto pollici. Ciò che prima era possibile solo nelle piattaforme molto più grandi con requisiti di potenza più alti ora è possibile anche con superfici molto minori.

Dave Emerson, vicepresidente e direttore generale della già citata azienda Cree, ha le idee chiare su quale possa essere in futuro il punto forte del mercato dell'illuminazione: "Cree ha aperto la strada dei LED array ad alta densità e intendiamo continuare a innovare le prestazioni del settore, offrendo ai clienti ciò che altri produttori non sono ancora riusciti a ottenere".

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)