Come Combattere L'Eiaculazione Precoce

Pubblicato: 24/09/2015 14:08:25
Categoria: Coppia e Sessualità

animazione eiaculazione precoce

Sono sempre più numerosi gli uomini che soffrono di eiaculazione precoce, anche se purtroppo si vergognano di questo problema e non ne parlano con nessuno.

Ovviamente, si tratta di un vero e proprio disturbo nel caso in cui si verifichi costantemente, non c’è da preoccuparsi se si manifesta una volta ogni tanto: può succedere a tutti nella propria vita.

Questa problematica può dipendere sia da fattori psicologici che biologici e può essere curata con grande successo, spesso combinando una terapia farmacologica ad una psicologia, con particolari tecniche destinate al ritardo dell’eiaculazione.

Non è possibile conoscere con esattezza le cause dell’eiaculazione precoce, poiché un tempo si pensava che fosse esclusivamente di natura psicologica; con il passare degli anni, è stato possibile dimostrare che potrebbe derivare anche da disturbi di origine biologica.

Eiaculazione precoce: le cause psicologiche e biologiche

Quali possono essere dunque le cause dell'eiaculazione precoce? Iniziamo partendo da quelle psicologiche, più conosciute e accredita nel corso della storia medica. Secondo gli esperti, i primi rapporti sessuali possono influenzare quelli successivi in modo indelebile con:

  • Situazioni in cui si cerca di raggiungere velocemente l’orgasmo per non essere scoperti
  • Sensi di colpa che velocizzano il rapporto sessuale
  • Ansia da prestazione o causata da altri problemi
  • Disfunzione erettile
  • Problemi relazionali, poiché potrebbe dipendere dalla vostra partner il problema, soprattutto se non si è mai manifestato in passato

Tra le cause biologiche troviamo:

  • Livelli ormonali anomali
  • Livelli anomali di neurotrasmettitori
  • Problemi alla tiroide
  • Infiammazioni o infezioni a prostata o uretra
  • Riflessi anomali del sistema eiaculatorio
  • Qualità ereditarie

Detto questo, è possibile affermare che sia le cause psicologiche che quelle biologiche possano essere responsabili dell’eiaculazione precoce, anche se in alcuni casi è possibile riscontrare fattori di rischio molto particolari che possono incidere sull’attività sessuale.

Ad esempio, oltre alla disfunzione erettile, anche alcune tipologie di farmaci, lo stress o altri problemi di salute possono causare il problema.

Eiaculazione precoce: i sintomi

eiaculazione precoce

Il sintomo più importante e significativo che causa stress nell’uomo è dovuto al fatto che l’eiaculazione avvenga prima che i partner lo desiderino.

Nella maggior parte dei casi, vengono contraddistinte due forme di eiaculazione precoce:

  • Quella congenita, dove l’eiaculazione avviene entro il primo minuto dopo la penetrazione ed è impossibile ritardarla, con conseguente stato di stress o frustrazione
  • Quella acquisita, dove l’orgasmo viene raggiunto anche dopo una minima stimolazione o subito dopo la penetrazione, con conseguente stato di stress e problemi relazionali

Potrebbe essere utile chiedere l’aiuto o il consiglio del medico qualora i vostri rapporti non risultino soddisfacenti, tenendo conto del fatto che un rapporto sessuale normale dura dai due ai dieci minuti.

Chi soffre di eiaculazione precoce può inoltre incorrere in diversi pericoli, sia dal punto di vista relazione che fisico. Infatti, in alcuni casi, può risultare difficile fecondare una donna e concepire un figlio.

Eiaculazione precoce: tutte le terapie, gli esercizi ed i rimedi previsti per combatterla

Come accennato in precedenza, esistono numerose cure che possono aiutare l’uomo a risolvere questo problema. Oggi, ve le illustreremo.

Solitamente, vengono combinati tre approcci diversi a seconda della situazione, che prevedono una terapia sessuologica, una farmacologica e la psicoterapia.

La terapia sessuologica è piuttosto semplice da seguire, poiché potrebbe essere utile masturbarsi un’ora o due prima del rapporto per evitare la conclusione rapida e veloce con la propria partner.

rimedi eiaculazione precoce

Inoltre, il medico potrebbe suggerire l’idea di non praticare attività sessuale per un periodo di tempo, dedicandosi esclusivamente a dei giochi erotici per giungere al momento tanto desiderato più rilassati e senza tensioni di vario genere.

In questo frangente, può essere insegnata la tecnica della compressione, che può praticare tranquillamente anche la partner sessuale.

Come funziona? Semplice:

  • Per prima cosa, dovrete iniziare l’attività stimolando il pene fino al punto in cui non sentirete di eiaculare
  • A questo punto, voi o la vostra compagna, dovrà comprimere la sommità del pene, dove c’è il glande, per qualche secondo
  • Dopo questa fase, aspettate almeno 30 secondi e riprendete con i preliminari fino a quando il pene non avrà raggiunto la giusta erezione
  • Ripetere nuovamente l’operazione quando vi sentirete sul punto di eiaculare

La terapia farmacologica potrebbe essere rivolta ad alcuni antidepressivi o ad alcune creme, gel o spray anestetici per uso topico.

I primi ritardano l’orgasmo ed è proprio il medico a suggerire questa soluzione per avere miglioramenti durante i rapporti sessuali e contrastare quindi l'eiculazione precoce.

In moltissimi casi, viene prescritto un farmaco in grado di inibire la ricaptazione della serotonina; nel caso in cui il problema non dovesse risolversi, si potrebbe passare a un antidepressivo triciclico.

Non stiamo parlando di una cura contro la depressione e pertanto non dovrete assumere il farmaco ogni giorno, ma solo qualche ora prima del rapporto sessuale. Tuttavia, ricordate che questi farmaci possono causare effetti collaterali, come nausea, sonnolenza, calo del desiderio e secchezza delle fauci.

Dall’altra parte troviamo le creme anestetiche per uso topico (a proposito, hai letto questo articolo su gel/spray ritardanti?), le quali possono contenere o lidocaina o prilocaina. Il loro scopo è quello di ridurre la sensibilità del pene, ritardando l’eiaculazione.

eiaculazione precoce divertente

Dovrebbero essere applicate prima del rapporto e tolte una volta dopo essersi accorti che il pene ha perso la giusta sensibilità. Alcuni uomini sostengono che l’utilizzo di questi prodotti riduca il piacere sessuale e tale fenomeno potrebbe manifestarsi anche nei confronti delle donne.

Oltre a gel, spray e creme ritardanti, possono tornare utili contro l'eiaculazione precoce anche i preservativi ritardanti. Questa speciale tipologia di preservativi contiene al suo interno degli anestetici, che possono appunto ritardare e quindi godere al meglio l'atto sessuale. A tal proposito può interessarti leggere questo articolo dedicato ai migliori preservativi ritardanti in vendita.

La terapia psicologica vede al centro dell’attenzione un certo numero di colloqui con uno specialista nel settore in merito alla vostra relazione sentimentale e alle vostre esperienze sessuali.

Grazie a questo particolare supporto, potrete ridurre notevolmente l’ansia da prestazione, scovando rimedi piuttosto validi ed efficaci per combattere lo stress e risolvere i problemi della vita quotidiana.

In alcuni casi, potrebbe essere utile andare con la propria partner da uno psicologo per far fronte al problema dell'eiaculazione precoce in maniera più efficiente.

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)