Domotica ed Impianti Elettrici a Tre Livelli - La Casa del Futuro

Pubblicato: 28/01/2019 09:10:48
Categoria: Elettricisti per Passione

Ormai quasi alla fine del primo ventennio degli anni 2000, non possiamo negare che la tecnologia abbia fatto passi da gigante, su innumerevoli aspetti. Uno degli ambiti che ha visto uno sviluppo non indifferente, soprattuto nell'ottica IoT, è l'ambiente domestico.

E' andata così sviluppandosi la domotica, una scienza che richiede l'interazione di tante discipline e figure professionali, dall'elettricista all'ingegnere, dall'architetto al designer per migliorare la qualità di vita di una casa.

domotica ed impianti elettrici a livelli

La domotica rende una casa una smart home, cioè una casa intelligente in grado di adattarsi e modellarsi ai bisogni sempre in costante cambiamento. Infinite sono le possibilità e le configurazioni applicabili non solo in ciascuna abitazione smart ma addirittura in ognuno degli spazi di una casa intelligente.

Le combinazione di illuminazione, temperatura, e comfort sono personalizzabili a ciascun ambiente in base alla quotidianità e alle necessità del singolo momento.

La domotica garantisce livelli di comfort che fino a qualche tempo potevamo solo immaginare. Ed è cosi che tante scienze si sono messe a disposizione di tale obbiettivo fornendoci prodotti come sensori di contatto, sensori di movimento, luci dimmerabili, dispositivi di sicurezza e tanto altro.

Assieme a questi dispositivi di nuova generazione, anche i vecchi cari elettrodomestici, ormai obsoleti, hanno ricevuto un make over così che si potessero integrare in questa visione futuristica ma quanto mai concreta di un sistema interconnesso a portata di un dito e gestibile tramite app, pc, tablet, smartphone e cosi via.

Insomma, la casa del futuro è già qui.

Ecobonus 

Tuttavia abbiamo dalla nostra parte delle normative che ci danno dei vantaggi economici di cui sarebbe bene approfittare.

Sono state infatti confermate dalla Legge di Bilancio 2019 le proroghe all'Ecobonus riguardo all'efficienza energetica che prevede detrazione IRPEF e IRES per un importo pari a 65% delle spese sostenute per il building automation, definito come l'installazione di dispositivi multimediali degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative.

Impianti elettrici: classificazione a tre livelli

Come abbiamo detto la domotica interessa vari professionisti tra cui gli elettricisti che con lo svilupparsi del bisogno di una smart home si sono dovuti aggiornare ormai già da qualche anno per via dei nuovi requisiti e normative implementati.

Vediamo quali.

Domotica ed Impianti elettrici: cosa c'è da sapere

In termini concreti, i sistemi elettrici di nuova generazione sono classificabili secondo tre livelli come stabilito dalla normativa CEI 64-8 che dedica il capitolo 37 alla prestazione degli impianti negli ambienti residenziali.

Questo nuovo tipo di classificazione degli impianti elettrici avviene in termini di funzionalità e fruibilità. Ed è cosi che il primo livello, quello base, si traduce in un impianto essenziale ma a norma senza rinunciare a sicurezza ed efficienza. 

Il secondo livello, quello definito Standard, prevede degli aspetti aggiuntivi che innalzano i livelli di sicurezza e di comfort e ambisce ad una migliore ottimizzazione dell'energia elettrica.

Ma è solo con il terzo livello, definito domotico, che la nostra unità abitativa aspira a dei vantaggi più visibili e concreti. Infatti, perchè un impianto venga certificato di terzo livello, è requisito fondamentale che vi sia l'implementazione di almeno 4 funzioni domotiche.

Il terzo livello rappresenta il culmine dell'innovazione con un impianto di pregio caratterizzato dal massimo comfort, sicurezza e risparmio energetico. 

Impianti a norma: un'eccezione

Questo nuovo tipo di classificazione, introdotta già da qualche anno, è dovuta non solo ad una predisposizione allo sviluppo domotico ma anche ad una crescente sensibilità nei confronti della cultura della sicurezza che in Italia è sempre troppo poca. 

Infatti si calcola che solo il 30% degli impianti sia in regola a tutti gli effetti ed in possesso del certificato di conformità. Quest'ultimo può esservi rilasciato solo da un installatore abilitato dunque se avete qualche dubbio riguardo il vostro impianto elettrico chiamate un professionista. 

Approfittate degli aiuti fiscali per iniziare la scalata verso il terzo livello, e se non siete interessati alla domotica, assicuratevi di avere almeno un impianto elettrico a norma garantendo la sicurezza vostra e di chi vi è accanto!

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)