Dipendenza Sessuale: Quali sono i sintomi e come curarla

Pubblicato: 23/10/2015 15:26:33
Categoria: Coppia e Sessualità

dipendenza sessuale

Quando si parla di dipendenza sessuale ci si riferisce a un particolare disturbo di carattere psicologico dove il comportamento di una persona è legato ad una vera e propria dipendenza patologica nei confronti del sesso, che decide di sperimentare in maniera continua e ossessiva.

Come ogni dipendenza, anche quella di cui abbiamo deciso di parlarvi oggi è molto pericolosa.

L’ossessione del soggetto nei confronti del sesso lo poterà a perdere ogni tipo di inibizione e attenzione, spingendolo così a comportarsi in modo rischioso senza pensare alle conseguenze a cui potrebbe andare incontro.

Analizzando il termine “dipendenza sessuale” è fondamentale distinguere un ampio margine di comportamenti, che possono variare dalla masturbazione compulsiva alla pornografia, dal sesso a pagamento all’estrema promiscuità.

noltre, non bisogna trascurare il fatto che questa malattia potrebbe generare a preoccupanti devianze di tipo sessuale.

dipendenza sessuale

La dipendenza sessuale fa parte di tutte le categorie di dipendenza che conosciamo, ovvero quella dovuta alla droga, al cibo, al gioco, a internet e molte altre ancora.

Chiunque sia affetto da questa dipendenza vive in uno stato di profonda angoscia dovuto al fatto di non riuscire a controllare questi bisogni, unita al senso di colpa.

La dipendenza sessuale, o almeno il termine, è stata introdotta da Reed a Blain nel 1988, dove è stato possibile stabilire quattro fasi successive ad essa.

  • Prima Fase: Si chiama fase dell’ossessione: in questo caso, il soggetto è completamente schiavo della propria dipendenza sessuale e qualsiasi cosa viene dopo il suo desiderio di soddisfare il bisogno. Di conseguenza, anche la famiglia e gli amici passeranno in secondo piano.
  • Seconda Fase: Detta anche della ritualizzazione, ovvero costituita da complessi rituali di natura ossessiva prima dell’atto sessuale.
  • Terza Fase: Chiamata azione sessuale, vede il soggetto trarre piacere e sollievo provvisorio dal rapporto.
  • Quarta Fase: L’ultima fase, detta della disperazione, verte nel pentimento e nei sensi di colpa da parte del soggetto, che si sentirà impotente e frustrato.

La dipendenza sessuale genera non poche conseguenze, considerato il fatto che stiamo parlando di una vera e propria malattia che potrebbe costare la salute di chi ne è affetto.

Ci troviamo di fronte ad una patologia in grado di causare problemi sia dal punto di vista fisico che da quello psicologico.

Nel primo caso, troviamo la possibilità di contrarre malattie sessualmente trasmissibili, come epatite C, papilloma virus, gonorrea, AIDS e molte altre ancora, ma non solo: anche le disfunzioni sessuali possono essere una conseguenza della dipendenza sessuale, come anorgasmia, eiaculazione precoce, vaginismo e disfunzioni erettili.

Dal punto di vista psicologico potremmo trovare ansia, insonnia, disturbi ossessivi, depressione e alienazione.

cura alla dipendenza sessuale

Per questa ragione, è assolutamente fondamentale ricorrere a una terapia psicoanalitica per risolvere il problema, corredata dalla somministrazione di alcuni particolari farmaci.

Molte persone potrebbero vergognarsi e tenere la patologia nascosta, ma tale comportamento non farebbe altro che aumenterà la gravità della condizione, con la possibilità di danneggiare in maniera irreparabile la propria salute.

È molto importante capire che non si è da soli e molte persone al mondo soffrono di questo disturbo, che fortunatamente può essere curato.

Per chi soffre di dipendenza sessuale, avere preservativi sempre con sè (Durex, Control o Pasante che sia, è indifferente in questo caso la marca utilizzata) è di vitale importanza!

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)