Ecco tutte le differenze tra tabacco secco e umido

Pubblicato: 25/08/2018 16:00:00
Categoria: L'Angolo del Fumatore

differenze tra tabacco secco e tabacco umido

Uno dei dubbi che affligge maggiormente un fumatore riguarda la scelta del tabacco. Trovare l’equilibrio perfetto di sapore è spesso un viaggio arduo e complicato, anche a causa delle enormi differenze che esistono tra un trinciato secco e uno umido.

Tabacco secco o umido: consistenza, gusto e olfatto

La prima grande differenza che troviamo nei due tabacchi è nella consistenza: all’apertura di un pacchetto ciò che salta subito all’occhio è la robustezza del trinciato che varia a seconda del grado di umidità. Cosa comporterà la scelta di un tipo rispetto a un altro? Un tabacco più umido avrà bisogno di una lavorazione maggiormente lunga a causa della sua consistenza più solida, mentre il trinciato secco sarà da subito utilizzabile anche se tenderà a sgretolarsi tra le dita e a bruciare più velocemente.

Per la seconda variabile dobbiamo fare riferimento ai nostri cinque sensi, in particolare gusto e olfatto. Qui la differenza sta principalmente nel sapore: se sei un amante dei sentori aromatici e dolciastri la scelta dovrà ricadere sull’umido, se invece vuoi un gusto forte e aggressivo, allora non potrai che scegliere il tabacco secco. 

differenze tra tabacco secco e tabacco umido

Velocità nella fumata: quale cartine scegliere?

La scelta del tabacco secco o umido incide, ovviamente, anche sulla velocità di fumata perché un tabacco umido brucerà in maniera molto più lenta rispetto a un trinciato secco. Per questa ragione, deve essere aiutato da una cartina di tipo A (come le Smoking Orange Corte) che offrono una combustione veloce e riducono al minimo il rischio che la fiamma si spenga. Dall’altro lato, un tabacco secco deve essere rallentato da una cartina di tipo B (come le cartine corte doppie Pop Filters Silver Line) che sono in grado di garantire una combustione ultra lenta e decisamente controllata.

differenze tra tabacco secco e tabacco umido

Portatabacco, più di un accessorio!

Che sia un trinciato secco o umido, è diventato ormai un must per ogni fumatore l’acquisto di un portatabacco. Questo accessorio, utile e importante al tempo stesso, ti permetterà di avere sempre a portata di mano trinciato, filtri e cartine e ridurrà al minimo il rischio di dimenticare qualcosa. Sul mercato sono presenti portatabacchi di ogni genere realizzati in jeans, plastica o in eco pelle (come il modello Egoist Large) personalizzati in colore, stili e rifiniture.

Portatabacco Ecopelle

Considerazioni finali: è meglio il tabacco secco o umido?

Rullo di tamburi per la tanto attesa vincita finale: il vincitore è… nessuno dei due, o meglio, non esiste un tabacco trinciato migliore di un altro. Molto dipende dalle nostre abitudini, dai nostri gusti e dalle nostre esigenze personali. La cosa migliore è sperimentare in prima persona i propri gusti, adattando il tabacco al proprio palato.

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)