Spedizione gratis: come ottenerla

Sei un Rivenditore o Installatore? Richiedici il listino

Tabaccheria o Rivendita?

Spedizione solo 5€ Spedizione solo 5€
Spedizione Gratuita sopra i 59€ Gratuita sopra i 59€
Consegna in 1-2 giorni Consegna in 1-2 giorni
Reso gratuito fino a 31 giorni Reso gratuito fino a 31 giorni
Sconti quantità Sconti Quantità
Coupon e premi Coupon & Premi
 Risparmi più di quanto pensi Risparmi più di quanto pensi
Senza abbonamenti annuali Senza abbonamenti annuali

Come Umidificare il Tabacco

Da: marilyn - Categoria: L'Angolo del Fumatore

Come Umidificare un tabacco trinciato che è diventato secco?

L'incontro con il tabacco secco, prima o poi, capita a tutti quelli che sono soliti rollare le proprie sigarette e che, quindi, necessitano di acquistare e conservare il trinciato.

Trovare il tabacco secco non è un dramma: può capitare di acquistare una confezione non conservata come necessario oppure in un luogo in cui non c'è un grande smercio, oppure può capitare di aprire una busta e di riporla per un lungo tempo, favorendo quindi la disidratazione della polvere.

tabacco

Si tratta di eventualità molto più frequenti di quanto non si pensi ma esistono numerose soluzioni che aiutano a reidratare / umidificare il tabacco in pochi gesti e con poca spesa, per evitare di buttar via del trinciato ancora buono.

Partendo dal presupposto che il tabacco (tanto) secco non può essere fumato, bisogna però ricordare che il tabacco trinciato possiede delle ottime caratteristiche di permeabilità.

Cosa significa? Significa che ha un elevato coefficiente di assorbimento dell'umidità che favorisce il compito di reidratazione: bastano pochi minuti per umidificare e per riavere il proprio tabacco aromatico e fumabile.

Come umidificare il tabacco con acqua distillata.

Il primo metodo è, forse, quello più semplice: con una siringa è sufficiente introdurre nella confezione delle gocce di acqua distillata affinché il trinciato possa assorbirlo.

La quantità di acqua da iniettare varia in relazione alla quantità di tabacco da reidratare: mediamente, 3-4 gocce di acqua sono sufficienti ma se si nota che dopo qualche ora il tabacco ancora non ha ripreso le sue caratteristiche organolettiche iniziali, allora è necessario procedere con una nuova iniezione, andando per gradi, fino a quando non si nota che il trinciato è tronato fumabile.

Le operazioni, se necessario, vanno ripetute ogni 4/5 ore circa, per avere la certezza che tutta l'acqua iniettata sia stata digerita dal tabacco in maniera corretta.

Come umidificare il tabacco con l'acqua piovana.

Un altro sistema adottato dagli amanti del tabacco trinciato sfrutta l'acqua piovana: non pensate però di dover mettere il barattolo o la busta direttamente sotto l'acqua, potreste rovinare irreparabilmente il vostro tabacco e doverlo buttare!

Si sfrutta una caratteristica ambientale presente dopo un periodo di pioggia più o meno intenso o lungo: alla fine, infatti, nell'aria rimangono in sospensione delle micro particelle d'acqua, utilissime per l'umidificazione del tabacco. 

tabacco da rollare

E' sufficiente appoggiare il barattolo o la busta accanto a una finestra aperta per qualche minuto, anche un'ora, per vederlo già più umido e profumato. Non preoccupatevi di dimenticarlo, perché una volta raggiunto il livello ottimale il tabacco non assorbe ulteriore umidità.

Utilizzando questo sistema, il tabacco acquisirà anche un ulteriore aroma molto particolare e intenso, che non può essere ottenuto utilizzando l'acqua distillata.

Come umidificare il tabacco con il ferro da stiro.

Poi, si sa che la necessità aguzza l'ingegno e chi si è trovato nelle condizioni di dover utilizzare nell'immediato il tabacco ormai secco, ha dovuto trovare delle soluzioni veloci e alternative per idratarlo. Una delle più rapide prevede l'impiego del ferro da stiro a vapore, presente in tutte le case. 

Dopo aver adagiato il tabacco da idratare sopra un foglio di giornale su una superficie termoresistente, con uno spruzzino si vaporizza un po' d'acqua, non troppa e, con il ferro da stiro, si sottopone il tabacco a una vaporizzazione di circa 10 secondi. L'intero processo dura poco più di 30 secondi e il risultato è sorprendente.

Come umidificare il tabacco con una buccia di Mela o Arancio.

Chi, invece, ha del tempo e vuole provare soluzioni alternative particolari, può immettere il tabacco secco all'interno di un vaso di vetro abbastanza ampio da contenerlo tutto lasciando dello spazio libero.

Bisogna quindi sbucciare un quarto d'arancio e conservarne la buccia, ben pulita, per inserirla nel barattolo con il trinciato. Bisogna assicurarsi che il tappo del barattolo sia ermetico e che, quindi, non permetta nessun ingresso di aria: il trinciato del tabacco deve restare perfettamente isolato con la buccia all'interno del barattolo per diverse ore, almeno 8, per questo motivo si consiglia di effettuare questa operazione la notte, prima di andare a dormire, in modo tale da avere il tabacco pronto per la mattina successiva.

Sarete sorpresi di vedere che, al mattino dopo, la buccia dell'arancia sarà notevolmente disidratata mentre il tabacco sarà perfettamente idratato, pronto per essere fumato.
Ovviamente, con questo sistema si rilascia anche una parte di aroma di arancia nel tabacco, per cui se non si vogliono contaminazioni si consiglia di seguire i classici metodi con l'acqua distillata.

Come umidificare il tabacco con la pietrina umidificante

pietrina umidificante

Si tratta molto probabilmente del metodo più "commerciale" e semplice. Basterà immergere la pietrina umidificante per qualche minuto nell'acqua. Passato questo tempo basterà asciugarla dell'acqua in eccesso e quindi metterla dentro la vostra busta di tabacco un paio di minuti. Il risultato è garantito ed il vostro tabacco riprenderà nuovamente vita! 

Condividi

Aggiungi un commento