Come smaltire i pannelli fotovoltaici? Ecco a chi rivolgersi.

Pubblicato: 24/08/2018 16:00:00
Categoria: Elettricisti per Passione

smaltire i pannelli fotovoltaici -

Una volta concluso il ciclo di vita è necessario smaltire i pannelli fotovoltaici, un’operazione semplice che però deve essere eseguita a regola d’arte.

Partiamo dal presupposto che per smaltire i pannelli fotovoltaici dobbiamo seguire le indicazioni per i rifiuti RAEE, ovvero la procedura di smaltimento per apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Il problema principale derivante dallo smaltimento di queste apparecchiature è nella presenza di sostanze tossiche e non biodegradabili, che se lasciate in natura causerebbero gravi danni all’ambiente.

Per questa ragione anche lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici è regolamentato dalla direttiva WEEE ( Waste of electric and electronic equipment) RoHS 2002/95/CE.

Di seguito potrai scoprire come smaltire i pannelli fotovoltaici, con la procedura dettagliata in base al tipo di impianto e il suo costo.

 

Come smaltire i pannelli fotovoltaici?

I pannelli solari che hanno concluso il loro ciclo di vita devono essere riciclati secondo le direttive fornite dal Gestore Servizi Energetici (il cosiddetto GSE), disponibili in maniera completa QUI. https://www.gse.it/servizi-per-te/fotovoltaico/conto-energia/gestione-moduli .

Oltre a non disperdere nell’ambiente sostanze altamente inquinanti, il riciclo e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici è necessario per il recupero di materiali come vetro, plastica, rame, silicio e alluminio.

Prima di smaltire i pannelli fotovoltaici è necessario però distinguerne la tipologia di appartenenza.

Un conto è parlare di pannelli solari domestici e un altro di quelli professionali.

I pannelli solari domestici hanno una potenza nominale massima di 10 kW, mentre quelli industriali o professionali raggiungono potenze molto più elevate.

Vediamo insieme come smaltire i pannelli fotovoltaici in maniera corretta.

 smaltire i pannelli fotovoltaici -

Come smaltire i pannelli fotovoltaici domestici

Prima di analizzare la procedura vogliamo fare una piccola premessa: tutti i costi relativi allo smaltimento dei pannelli solari (così come l’intera procedura) sono addebitati esclusivamente al produttore dei pannelli, e pertanto il proprietario non andrà ad affrontare nessuna spesa.

Quando i pannelli solari esauriscono il loro ciclo vitale è sufficiente chiamare la ditta installatrice o il produttore dei pannelli (a seconda della tipologia di contratto stipulato), chiedendo che vengano rimossi e riciclati.

A questo punto dei tecnici abilitati smonteranno i pannelli domestici, affidandoli a un centro di raccolta autorizzato.

Al termine della procedura è necessario compilare la Dichiarazione di avvenuta Consegna, con firma finale apposta dal responsabile del centro di raccolta.

In questo modo verrà dichiarato che la procedura è avvenuta nei termini di legge.

 

Smaltire i pannelli fotovoltaici con il Conto Energia

La dichiarazione di avvenuta consegna può essere utilizzata per ottenere il rimborso della procedura, inviandola al GSE entro 6 mesi dallo smaltimento RAEE.

Fino al 2012 infatti lo Stato aveva preventivato una serie di incentivi statali annuali, nominati “Conto Energia”.

L’erogazione dell’incentivo comprendeva però anche una somma non devoluta dedicata al corretto smaltimento dei pannelli solari, trattenuta fino allo smaltimento finale.

Qualora il proprietario dell’impianto avesse smaltito correttamente i pannelli,  questa somma trattenuta deve essere adeguatamente rimborsata in un’unica soluzione.

Si tratta di una piccola somma di denaro (parliamo di 10 Euro a pannello per la versione domestica e 12 Euro a pannello per la versione professionale) che deve essere interamente devoluta una volta conclusa la procedura di smaltimento.

Perciò, sebbene lo smaltimento non sia stato a vostro carico, potrete comunque beneficiare degli incentivi del Conto Energia.

smaltire i pannelli fotovoltaici -

 

Come smaltire un singolo pannello fotovoltaico domestico.

Non sempre è necessario smaltire l’intero impianto, a volte solo un singolo pannello richiede la sostituzione o lo smaltimento.

In questo caso il riciclo va effettuato comunque presso il Centro di Raccolta, chiamando la ditta installatrice dell’impianto o il produttore dei pannelli solari.

Anche in questo caso il pannello deve essere affidato al centro di raccolta, ma la comunicazione al GSE deve essere effettuata in maniera telematica sul sito del gestore.

Vi saranno richiesti i vostri dati personali e i dati relativi al pannello riciclato (numero, modello e matricola).

 

Come smaltire i pannelli fotovoltaici professionali

Lo smaltimento dei pannelli solari aziendali o professionali segue un iter leggermente diverso, a iniziare dal costo da sostenere.

Se l’impianto fotovoltaico è stato installato PRIMA del 12 Aprile 2012 il costo dello smaltimento è a carico del possessore dell’impianto.

Se l’impianto fotovoltaico è stato installato DOPO il 12 Aprile 2012 il costo è completamente a carico del produttore.

A prescindere da questo, i tecnici abilitati dovranno smontare e trasportare i pannelli al centro di raccolta più vicino, compilando adeguatamente la Dichiarazione di avvenuta consegna.

In ogni caso, anche se non si ha diritto al rimborso, la dichiarazione va inoltrata al GSE entro 6 mesi dall’avvenuta consegna dei RAEE, allegandola al certificato di avvenuto recupero dei materiali riciclati.

 

 smaltire i pannelli fotovoltaici -

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)