Come scegliere il miglior ferro da stiro?

Pubblicato: 10/09/2018 16:00:00
Categoria: Profumo di Pulito

Scegliere il migliore ferro da stiro

Scegliere il migliore ferro da stiro (o meglio, il più adatto alle nostre esigenze) è una scelta fondamentale per risparmiare tempo prezioso e - allo stesso tempo – assicurare capi lisci e senza pieghe.

In commercio ne esistono tantissimi modelli diversi, talmente tanti che a volte è quasi impossibile riuscire a trovare il più adatto a noi.

Ecco allora una semplice guida per capire come scegliere il più adatto, analizzando tutte le caratteristiche presenti in un modello.

 

Il miglior ferro da stiro è con caldaia o senza?

La prima scelta che ci si presenta è se scegliere un ferro da stiro con caldaia esterna o interna.

I ferri da stiro con caldaia interna sono generalmente più economici e pratici da usare, risultando la scelta più adatta a single o lavoratori fuori sede.

I ferri da stiro con caldaia esterna richiedono una spesa iniziale più elevata, ma sono la soluzione migliore per le famiglie o chi deve stirare molti capi di abbigliamento.

Vediamo insieme i vantaggi e gli svantaggi di ciascun prodotto.

migliore ferro da stiro

Vantaggi ferro da stiro senza caldaia

  Prezzo più economico
  Occupa poco spazio
  Più pratico da usare
☑  Perfetto per chi deve stirare pochi capi

 

Svantaggi ferro da stiro senza caldaia

  Serbatoio dell’acqua molto piccolo, da ricaricare continuamente
  Peggiore scorrevolezza nella stiratura
☒  Poco adatto a camicie o abiti che richiedono molto vapore

 

Il ferro da stiro senza caldaia ha un’autonomia davvero molto bassa, perché il serbatoio dell’acqua è presente nello stesso corpo del ferro.

Questo significa sicuramente minor spazio occupato (perfetto per piccoli appartamenti o per chi desidera ridurre lo spazio superfluo) ma anche una continua necessità di ricaricare costantemente il serbatoio.

Anche il budget influisce sulla scelta del ferro da stiro: per chi vuole spendere meno di 100 Euro il ferro da stiro senza caldaia è una soluzione ottimale, perfetto per single, lavoratori o studenti fuori sede.

Se invece i capi da stirare sono molti di più (come in una famiglia) il ferro da stiro senza caldaia può risultare molto scomodo, perché l’acqua del serbatoio non sarà assolutamente sufficiente per stirare tutta la montagna di capi accumulati.

Dover ricaricare continuamente d’acqua il ferro ci farà perdere molto tempo prezioso, rendendo il ferro scomodo e non adatto.

Ecco quindi tutti gli svantaggi e i vantaggi di un ferro da stiro con caldaia.

 

Vantaggi ferro da stiro CON caldaia

☑  Maggiore autonomia (serbatoio d’acqua più ampio)
  Maggiore facilità di stiratura
  Perfetto per chi ha molti capi da stirare
  Generalmente più performante e professionale

 

Svantaggi ferro da stiro CON caldaia

  Costo d’acquisto più alto
  Maggior ingombro

Valutate quale ferro da stiro può esservi più utile.

Ma a meno che non abitiate da soli, vi consigliamo di propendere per un ferro da stiro con caldaia, più performante e sicuramente adatto a tutte le famiglie.

 

 

Qual è il migliore ferro da stiro in base alla pressione

Scegliere il migliore ferro da stiro può risultare più complicato del previsto.

Molto spesso ci lasciamo attrarre dal design estetico o dalla facilità di impugnatura, quando in realtà bisognerebbe valutare altri fattori ben più importanti, come la pressione erogata.

La pressione di un ferro da stiro si misura in bar, ed è la forza con cui il ferro eroga il proprio getto di vapore.

Visto che quest’ultimo distende le fibre di tessuto permettendo di stirarle con più facilità, possiamo ben capire come sia fondamentale scegliere un ferro da stiro con una buona pressione.

Vediamo inseme le varie possibilità di acquisto.

migliore ferro da stiro

 

►  Ferro da stiro con pressione da 3 a 3,5 bar

I ferri da stiro con questa tipologia di pressione hanno generalmente un’erogazione continua di 50 g/min, con picchi di 200 g/min.

Questo modello è di qualità sufficiente, sicuramente non adatto a chi ne fa un uso quotidiano.

I ferri da stiro con questa pressione minima sono generalmente molto convenienti, situati nella fascia più economica di prezzo.

Se l’uso che ne fate è saltuario è sufficiente, ma sicuramente farete più fatica a stirare i capi in maniera impeccabile.

 

►  Ferro da stiro con pressione da 4,5 a 5 bar

In questo caso ci troviamo a parlare di un ferro da stiro di fascia media, i più diffusi in commercio.

Questi ferri da stiro garantiscono una buona capacità di stiratura, ma occhio al prezzo: devono essere situati su una fascia media, non pagati come top di gamma.

Sebbene la qualità di stiratura che offrono sia molto buona, non sono i migliori ferri da stiro sul mercato.

 

►  Ferro da stiro con pressione da 6 a 7 bar

Per chi non vuole accettare compromessi, una pressione da 6 bar o superiore è la scelta più adatta.

Per chi cerca un ferro da stiro professionale e con buone caratteristiche, deve necessariamente guardare a questa fascia di qualità.

scegliere il miglior ferro da stiro

 

Quello che però i Brand non dicono, è che due ferri da stiro con stessa pressione non garantiscono sempre gli stessi risultati.

L’efficacia di un ferro da stiro non è data solo dalla pressione erogata, ma dalla composizione della piastra stirante e dalla disposizione dei microfori di uscita del vapore.

Ecco quali caratteristiche guardare.

 

Come scegliere il migliore ferro da stiro in base alla piastra.

La piastra del ferro da stiro è una delle caratteristiche fondamentali che determinerà la qualità del prodotto.

Attualmente sul mercato esistono ferri da stiro realizzati in 4 materiali diversi:

►  Acciaio
►  Ceramica
►  Teflon e
►  Alluminio.

Vediamo insieme le caratteristiche di ciascun materiale.

 

migliore ferro da stiro

►  Ferro da stiro con piastra in Acciaio

La stragrande maggioranza di ferri da stiro in commercio presenta piastra in Acciaio Inox, perché offrono una buona capacità stirante, un’elevata conduzione di calore, una discreta fluidità e un’eccellente resistenza nel tempo.

Le piastre in acciaio inox presentano molti vantaggi, ma anche qualche piccolo svantaggio: non è particolarmente adatta a capi delicati e non presenta una grande precisione nella fase di stiratura.

Per compensare questo limite è necessario scegliere una piastra dotata di molti fori di uscita del vapore, in grado di compensare in maniera eccellente questo piccolo limite.

 

►  Ferro da stiro in ceramica

Un materiale molto utilizzato nei ferri da stiro di ultima generazione è la ceramica.

È un materiale estremamente fluido, che garantisce un’eccellente capacità stirante e un’ottima precisione negli angoli.

La piastra in ceramica è perfetta anche per tutti i capi più delicati, rendendola un prodotto eccellente per camicie o abiti in seta.

Lo svantaggio della ceramica è nella minor conduzione di calore che offre e nella delicatezza dei materiali.

Non è raro che si sbecchi, rendendo il ferro inutilizzabile.

 

►  Ferro da stiro in Alluminio

Le piastre in alluminio sono un buon compromesso per chi desidera un’eccellente conduzione del calore tipica dell’acciaio e, allo stesso tempo, desidera un’ottima precisione nella stiratura.

A metà fra un ferro da stiro in acciaio e uno in ceramica, il ferro da stiro in alluminio offre il vantaggio secondario di essere molto leggero e abbastanza resistente.

I ferri da stiro in alluminio sono perfetti soprattutto per chi stira molte camicie, perché offrono una precisione davvero impeccabile.

Lo svantaggio è nella minor omogeneità del calore, che si diffonde principalmente in punta, rendendolo perfetto nei lavori di precisione e più scadente nelle stirature più ampie.

 

►  Ferro da stiro in Teflon

I ferri da stiro in teflon sono una novità particolarmente apprezzata da chi stira con regolarità, perché offrono una grande scorrevolezza sui capi e rendono la stiratura molto più semplice e veloce.

Gli svantaggi principali del teflon sono due: non sono piastra particolarmente resistenti e richiedono una costante manutenzione.

Questa lega infatti, seppur offra alcuni dei vantaggi combinati di una piastra in ceramica a una in acciaio, ha però anche il difetto di essere più soggetta all’usura.

Bisogna quindi valutarne PRO e CONTRO prima di procedere all’acquisto.

 

scegliere il miglior ferro da stiro 

In definitiva, come scegliere il miglior ferro da stiro?

Questi sono gli elementi principali da guardare in un ferro da stiro.

Altre caratteristiche (come l’ergonomia del manico, il design, la compattezza etc) sono strettamente personali, e non incidono sulla reale capacità stirante del ferro.

Ora che avete le competenze per scegliere in maniera impeccabile, fate un giro nei negozi o negli e-commerce online e scegliete il migliore ferro da stiro per la vostra casa!

 

 

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)