Spedizione gratis: come ottenerla

Sei un Rivenditore o Installatore? Richiedici il listino

Tabaccheria o Rivendita?

Spedizione solo 5€ Spedizione solo 5€
Spedizione Gratuita sopra i 59€ Gratuita sopra i 59€
Consegna in 1-2 giorni Consegna in 1-2 giorni
Reso gratuito fino a 31 giorni Reso gratuito fino a 31 giorni
Sconti quantità Sconti Quantità
Coupon e premi Coupon & Premi
 Risparmi più di quanto pensi Risparmi più di quanto pensi
Senza abbonamenti annuali Senza abbonamenti annuali

Come pulire la lavastoviglie? 4 trucchi per eliminare grasso e calcare

Da: Silvia - Categoria: Profumo di Pulito

come pulire la lavastoviglie -

Capire come pulire la lavastoviglie è il modo migliore per evitare costosi interventi tecnici e aumentare il ciclo di vita del nostro elettrodomestico preferito.

Una manutenzione costante e piccole attenzioni giornaliere ci garantiranno piatti e stoviglie sempre puliti e soprattutto una maggiore durata di vita.

Ecco 4 preziosi segreti per pulire la lavastoviglie in maniera semplice ed efficace.

 

Pre-lavare a mano i piatti per non dover pulire la lavastoviglie.

come pulire la lavastoviglie

Un segreto per non dover sempre pulire la lavastoviglie è quello di pre-lavare i piatti prima di metterli in lavastoviglie.

Non significa ovviamente lavarli a mano con il sapone, ma semplicemente utilizzare un fazzoletto umido per rimuovere i residui di cibo dal piatto, evitando che vadano nel filtro.

Finito il pasto non buttate via subito i tovaglioli, ma utilizzateli per dare una veloce passata ai piatti prima di metterli nel cestello.

In questo modo sarete sicuri di non affaticare troppo il vostro elettrodomestico, che lavorerà in maniera più efficace e usurandosi molto meno.

 

Come pulire la lavastoviglie durante i cicli di lavaggio

come pulire la lavastoviglie

Una volta posizionati piatti e stoviglie all’interno dei cestelli è il momento di far partire il ciclo di lavaggio.

Esistono però delle soluzioni per pulire la lavastoviglie in profondità anche senza dover sempre fare i cicli di lavaggio a vuoto.

Una soluzione è quella di utilizzare un prodotto come Finish Curalavastoviglie a Ciclo Pieno o altri prodotti similari.

Queste pastiglie sono in grado di migliorare la manutenzione e la cura della lavastoviglie aumentando del 100% il potere pulente e sgrassante del detergente.

Utilizzando queste pastiglie per la pulizia ordinaria 1 volta ogni due settimane si otterranno non solo stoviglie più pulite, ma anche filtri meno otturati e una minor manutenzione a lungo termine.

Sostanzialmente è come fare un normale ciclo di lavaggio in maniera più approfondita.

È un rimedio economico ed estremamente efficace per pulire la lavastoviglie in maniera rapida.

 

Usare il sale per pulire la lavastoviglie

come pulire la lavastoviglie

Per pulire la lavastoviglie non è sufficiente sgrassare ed eliminare i residui di cibo, ma anche (e forse soprattutto) combattere il calcare.

Se abitiamo in zone d’Italia in cui l’acqua è particolarmente dura e ricca di calcare è necessario utilizzare quotidianamente il sale per lavastoviglie.

Il calcare è un’incrostazione che a lungo andare tende ad accumularsi, soprattutto nei filtri e nei tubi di carico e scarico dell’acqua.

Se trascurata si traduce in una lavastoviglie completamente otturata e gravi rischi per la nostra salute.

La soluzione migliore e più efficace per combattere il calcare è quella di utilizzare quotidianamente del sale per lavastoviglie, in grado di addolcire l’acqua ed evitando la formazione di incrostazioni.

Mi raccomando, evitate il comune sale da cucina: i cristalli di sale per lavastoviglie sono più grandi, in modo da sciogliersi più lentamente evitando di rovinare l’addolcitore.

Hanno anche sostanze anti-aggreganti, in modo da non intasare i filtri.

Infine sono ricchi di agenti anti-incrostanti, del tutto assenti nel più comune sale alimentare.

Per valutare la necessità di utilizzo del sale per lavastoviglie dobbiamo prima scoprire la durezza dell’acqua nella nostra zona.

Come potete vedere dalla cartina sottostante, Alpi e la zona occidentale della Sardegna sono quasi del tutto immuni dalla formazione di calcare, quindi se abitate in questa zona potreste evitare il trattamento.

Se invece abitate nelle cosiddette “zone rosse” un utilizzo del sale per lavastoviglie si rende davvero necessario.

come pulire la lavastoviglie


Come pulire la lavastoviglie ed eliminare il calcare

Oltre l’ordinaria manutenzione è necessario pulire la lavastoviglie in maniera più approfondita una volta al mese, eliminando con un ciclo di lavaggio a vuoto grasso e calcare accumulato nei filtri e nelle ventole.

Questa pulizia serve a sgrassare in profondità, rivelandosi necessaria per prevenire ingorghi o danneggiamenti dei filtri.

Il calcare può infatti sedimentarsi in maniera costante all’interno degli ingranaggi, mentre residui di sporco e unto causano un cattivo odore e una pulizia insufficiente delle stoviglie.

Utilizzando mensilmente dei prodotti specifici per la pulizia extra della lavastoviglie (come il Curalavastoviglie Finish Lemon ) avremo la garanzia di igienizzarla in maniera perfetta e ineccepibile.

Anche i piatti ci ringrazieranno, uscendo dal ciclo di lavaggio perfettamente puliti e profumati.

Utilizzare questi prodotti è semplice: inserite i flaconi a testa in giù nella griglia per piatti e fate partire un ciclo di lavaggio vuoto ad alte temperature. La vostra lavastoviglie vi ringrazierà.

 


Pulire i filtri della lavastoviglie

come pulire la lavastoviglie

L’ultimo consiglio per pulire la lavastoviglie in maniera efficace è quello di programmare una regolare pulizia dei filtri.

Per prima cosa staccate la lavastoviglie dalla corrente elettrica, evitando in questo modo rischi di folgorazione.

Quindi rimuovete i cestelli e svitate il filtro, rimuovendolo grazie al pomello.

Il filtro va pulito delicatamente con uno spazzolino a setole morbide imbevuto nell’aceto.

Cercate di eliminare residui di sporco, spazzolando via quanto più possibile, concentrandovi sia nella zona delle maglie che negli anfratti di plastica.

Una volta rimosso completamente lo sporco sciacquate il filtro utilizzando acqua distillata o acqua di bottiglia mista ad aceto: in questo modo non andrete a mettere ulteriore calcare nel filtro appena pulito.

Rimontate delicatamente il filtro al suo posto e riattaccate la lavastoviglie alla presa di corrente.

Osservare i filtri all’interno della lavastoviglie vi darà un’indicazione più precisa della sua pulizia.

Se vedete i filtri particolarmente sporchi significa che è necessaria una pulizia più approfondita, mentre se il filtro è bianco e pulito significa che state facendo un buon lavoro.

 

 come pulire la lavastoviglie

Condividi

Aggiungi un commento