Come pulire (e rimettere a nuovo) la lavastoviglie: I nostri trucchi e consigli

Pubblicato: 29/04/2020 16:57:57
Categoria: Consigli per gli acquisti


lavastoviglie e pulizie

La lavastoviglie è una delle macchine per la pulizia più utili, non solo nella vita di tutti i giorni, ma anche (e soprattutto) dopo i grandi pranzi di famiglia, quando il piano da cucina trabocca di piatti sporchi, pentole, piatti da portata, posate e simili.

Svolgendo questo tipo di lavoro al tuo posto, di tanto in tanto quindi è necessario, oltre che normale, ricambiare il favore, sottoponendo la tua lavastoviglie ad una pulizia accurata.

In questo modo la macchina continuerà a funzionare senza intoppi e sembrerà come nuova. Oltretutto, e anche questo è importante, eviterai che i cattivi odori si diffondano in cucina.

Ecco quindi come pulire (e rimettere a nuovo) la lavastoviglie e far sì che ti accompagni ancora per molti anni.

1 - Pulizia della lavastoviglie: inizia con l'esterno

Se la parte anteriore della lavastoviglie è in plastica, utilizza una spugna e una bacinella di acqua calda, in cui avrai sciolto una goccia di detersivo per piatti, per pulirla.

Per le lavastoviglie in acciaio inossidabile, anche se potrà sembrarti strano, il detergente per vetri rappresenta una soluzione molto efficace per rimuovere lo sporco che si è accumulato sulla superficie, nonché le macchie e le impronte digitali.

Un consiglio: evita di spruzzare il detergente direttamente sulla parte anteriore della lavastoviglie, perché l'umidità potrebbe danneggiare i suoi componenti elettronici.

Piuttosto spruzzalo su un tovagliolo di carta, o su un panno morbido, poi applicalo sulla lavastoviglie.

2 - Pulisci il filtro da cima a fondo

Questo passaggio è fondamentale se disponi di un filtro a pulizia manuale, che è molto comune nei modelli più recenti di lavastoviglie.

I filtri manuali eliminano i residui nelle lavastoviglie autopulenti, che polverizzano gli avanzi di cibo e li mandano nello scarico.

Il risultato è un'operazione molto più silenziosa, ma anche con uno svantaggio non da poco: gli scarti rimangono intrappolati nel filtro, portando a cattivi odori.

Una volta a settimana quindi dovresti estrarre il cestello inferiore e rimuovere il sistema di filtro, che di solito è composto da più parti ad incastro.

Spesso c'è un cilindro centrale, che si svita, permettendoti di sollevare il sistema e di smontarlo.

pulizia lavastoviglie

Pulisci le parti individualmente nel lavandino, usando lo spray del rubinetto o una spugna.

Questo è anche il momento migliore per controllare il braccio dello spruzzo e vedere se non ci siano residui di cibo intrappolati. Di solito si solleva dalla base con un leggero strattone.

Sciacqua il braccio sotto l'acqua corrente, controlla che non ci siano fori intasati e, se ci sono, liberali con uno stecchino o uno spiedino di legno.

Alcuni bracci irroratori hanno un foro aggiuntivo nella parte inferiore, che ha lo scopo di iniettare acqua nel filtro, mantenendolo pulito.

Prima di reinstallare il braccio e il sistema di filtraggio, verifica che non ci siano residui o sporcizia, poi procedi con il montaggio.

Se l'operazione dovesse sembrarti troppo complicata, in alternativa puoi anche procedere alla pulizia del filtro usando Finish Curalavastoviglie a Ciclo Pieno in 3 pastiglie da 17 grammi una volta al mese.

Grazie a questo trattamento innovativo, oltre a favorire la manutenzione e la cura della macchina (pulirà per te il filtro, i bracci irroratori e le altre parti più nascoste e difficili da raggiungere), otterrai anche delle stoviglie più pulite.

3 - Disinfetta e deodora per avere subito una lavastoviglie pulita e fresca

Con il passare del tempo possono formarsi degli scolorimenti all'interno della lavastoviglie, in particolare nella case in cui l'acqua è dura, ovvero ricca di calcare. Come se già questo non bastasse i cattivi odori, a causa di ciò, fuoriescono dalla lavastoviglie.

L'aceto di vino bianco è un ottimo rimedio casalingo per entrambi problemi. Basterà mettere una ciotola piena fino a metà di aceto bianco nel centro della griglia inferiore della lavastoviglie, poi avviare il normale ciclo di lavaggio senza detersivo.

La dispersione di aceto durante il ciclo dovrebbe lasciare la lavastoviglie disinfettata e deodorata.

Se lo scolorimento persiste, a causa dei gravi depositi di minerali causati dall'acqua dura della tua casa, dovrai passare ad un detergente per lavastoviglie più specifico, come Curalavastoviglie Finish Lemon in 2 flaconi da 250 ml.

Il suo profumo gradevole di limone, unito alla sua azione super efficace contro il grasso e il calcare, lascerà la lavastoviglie non solo perfettamente pulita, ma anche libera dai cattivi odori.

Cristalli di sale per la lavastoviglie: perché è meglio usarli?

come pulire lavastoviglie

I cristalli di sale per la lavastoviglie, anche se ciò potrebbe sembrarti un po' strano, sono in grado di migliorare la capacità della lavastoviglie di scovare le macchie di acqua calcarea e, successivamente, di rimuoverle.

In che modo? Grazie ad un pratico addolcitore che si trova nell'unità. Il risultato, oltre ad una lavastoviglie che sembra appena uscita dal negozio e priva di calcare, sono piatti più puliti e perfettamente sgrassati.

I cristalli di sale per la lavastoviglie devono essere utilizzati soltanto nelle lavastoviglie dotate di un sistema di addolcimento dell'acqua incorporato.

Queste lavastoviglie infatti, molto probabilmente, avranno anche uno scomparto per il sale (di solito si trova sotto il cestino inferiore).

Apri questo vano, riempilo con i sali per la lavastoviglie scelti, poi richiudilo, et voilà, la tua macchina è pronta per partire!

Per quanto riguarda i sali per la lavastoviglie in commercio, i migliori sono i Cristalli di Sale Finish in confezione da 1 kg con formulazione 5x Action Powers.

Questi cristalli di sale per lavastoviglie, oltre ad essere puri al 99%, sono anche più performanti rispetto ad altri sali per lavastoviglie che si trovano sul mercato, perché consentono di avere sia una macchina in salute, sia stoviglie più brillanti.

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)