Come pulire la camera da letto? Ecco come tenere lontani acari e batteri.

Pubblicato: 18/06/2018 16:30:40
Categoria: Profumo di Pulito

come pulire la camera da letto

Pulire la camera da letto è un’operazione necessaria per dormire in un ambiente sano e igienizzato.

Acari e batteri si possono infatti annidare sul materasso, nei cassetti o nelle nostre lenzuola, rendendo il nostro sonno una vera e propria sfida.

Con qualche piccolo accorgimento è però possibile riuscire a pulire la camera da letto in maniera veloce ed efficace, concentrandoci sugli elementi davvero importanti.


Come pulire la camera da letto parte #1
pulire il materasso dagli acari

come pulire la camera da letto

Per pulire la camera da letto in maniera davvero completa non basta cambiare le lenzuola e passare l’aspirapolvere; una delle cose più importanti da fare è capire come pulire il materasso eliminando acari e batteri.

Il primo consiglio è quello di arieggiare il materasso in maniera costante, evitando in questo modo che si formino pericolosi ristagni di umidità, luogo perfetto per la proliferazione dei batteri.

Ogni due settimane sarà necessario far arieggiare il materasso all’aria aperta, battendolo con un battipanni per eliminare la polvere.

Questo procedimento sarà necessario per eliminare gran parte della polvere e dei batteri accumulati, igienizzando il letto in maniera semplice ed economica.

Successivamente potrete usare un aspirapolvere per rimuovere i residui superficiali di polvere, insistendo su tutti i lati.

Questo trucco è applicabile a qualsiasi tipologia di letto, ma se volete pulire il materasso in maniera più approfondita (da fare almeno due volte l’anno) è necessario suddividerlo per tipologia.

 

Come pulire un materasso a molle o in lana

Il materasso a molle è la tipologia più comune e utilizzata, ma è anche la più difficile da pulire.

Al suo interno si annidano facilmente acari e batteri, con molta più facilità rispetto ai materassi in lattice o in memory.

Per prima cosa sarà quindi necessario arieggiare e aspirare il materasso con un aspirapolvere, per poi agire in maniera più decisa con un rimedio della nonna.

Un trucco è quello di preparare una pasta formata da bicarbonato di sodio, acqua tiepida e qualche goccia di tea tree oil.

Spargete questo composto leggermente umido su tutto il materasso, massaggiandolo con le mani per far penetrare in ogni angolo questa mistura.

Lasciatelo quindi asciugare all’aria aperta sotto il sole per qualche ora, fino a che l’umidità non sarà scomparsa del tutto.

A questo punto potrete premunirvi di una spazzola e cominciare a raschiare via tutto il bicarbonato residuo, aspirando poi gli ultimi residui con l’aspirapolvere.

 

Come pulire un materasso in lattice

Il materasso in lattice è una delle scoperte più interessanti per il riposo, perché realizzato al 100% in fibra di lattice naturale.

Questa soluzione per il riposo va però mantenuta sempre pulita e igienizzata con una pulizia costante, che elimini qualsiasi rischio di far annidare colonie di acari all’interno del nostro materasso.

Il nostro consiglio è quello di spruzzare sul materasso una soluzione igienizzante senza risciacquo, per poi farlo arieggiare fino a completa asciugatura.

Se siete in inverno o nell’aria c’è molta umidità, un piccolo trucco è quello di spolverare sulla superficie del materasso del bicarbonato di sodio, da lasciar agire per almeno 30 minuti.

Il bicarbonato assorbirà tutta l’umidità residua, e permetterà una perfetta sanificazione del nostro materasso.

Trascorso questo tempo potrete spazzolare via la polvere, aiutandovi anche con un aspirapolvere o un aspirabriciole.

 

Come pulire un materasso in memory foam

Il materasso in memory foam garantisce un riposo comodo e sereno, grazie alla proprietà di adattarsi alla forma del corpo.

In questo caso per pulire il materasso è necessario spruzzare sulla sua superficie un po’ di acqua tiepida in cui è stato aggiunto del detersivo igienizzante.

Dopo aver spruzzato la superficie è necessario spazzolare per bene tutto il materasso al fine di far penetrare all’interno dello strato in memory il detersivo, eliminando al contempo le macchie più superficiali.

Fate arieggiare il materasso per tutta la giornata, fino a quando non sarà del tutto asciutto.

L’importante è non eccedere nel liquido utilizzato: il materasso deve essere appena inumidito, o non riuscirà ad asciugarsi.

 


Come pulire la camera da letto parte #2
Disinfettare e pulire gli armadi

come pulire la camera da letto

Al momento di pulire la camera da letto non bisogna dimenticarsi degli armadi e dei cassetti.

Un ambiente ben igienizzato non deve avere zone “morte”, in cui strategicamente ci dimentichiamo di guardare.

Ogni tanto sarà necessario rimuovere i vestiti dai cassetti per pulire gli armadi a fondo e avere una biancheria riposta in un luogo igienizzato.

Per prima cosa è necessario rimuovere la polvere dai cassetti, utilizzando un panno inumidito con una soluzione antistatica.

Dopodiché potrete passare delle salviette igienizzanti senza risciacquo su tutta la superficie, insistendo sugli angoli.

Se preferite utilizzare uno spray abbiate cura di sceglierlo senza risciacquo, perché rischiereste di inumidire troppo i vostri cassetti.

Una volta pulito ogni angolo dell’armadio sarà necessario farlo asciugare aperto, in modo da far evaporare qualsiasi residuo di umidità.

Al momento di riporre nuovamente i vestiti nell’armadio appendete al suo interno qualche sacchettino di lino contenente spighe di lavanda: sarà un tocco per igienizzare in maniera naturale gli armadi, mantenendoli sempre profumati.

 


Come pulire la camera da letto parte #3
Come lavare i cuscini

come pulire la camera da letto

Pulire la camera da letto significa anche lavare i cuscini per poter poggiare la testa in un posto igienizzato e privo di batteri.

Durante la notte il nostro viso rilascia infatti oli e sudore, che andranno a impregnare inevitabilmente il cuscino.

Per i cuscini sintetici è sufficiente un lavaggio in lavatrice, perché non rischiano di danneggiarsi nella centrifuga. Utilizzate un additivo igienizzante per rimuovere qualsiasi traccia di batteri, pulendo a fondo le fibre del cuscino.

Lavare i cuscini sintetici o in memory è leggermente più complesso, ma non impossibile: basta immergerli per una notte in una bacinella contenente acqua e aceto di alcool.

Una volta trascorse le 8 ore potrete strizzarli e lasciarli asciugare all’aria aperta.

Se invece i cuscini non possono essere lavati, vi consigliamo di batterli con un battipanni e usare le stesse soluzioni previste per i materassi in lattice o in memory.


Come pulire la camera da letto parte #4
Lavare i pavimenti e igienizzarli a fondo

come pulire la camera da letto

Il quarto consiglio per pulire la camera da letto è quello di lavare i pavimenti utilizzando un buon detersivo igienizzante.

Assieme al bagno, la camera da letto è una delle zone in cui camminiamo scalzi più spesso, ed è necessario riuscire a igienizzare a fondo piastrelle o parquet per evitare di trascinare sotto le coperte germi e batteri.

Oltre a passare quotidianamente l’aspirapolvere, è necessario lavare almeno ogni tre giorni il pavimento della camera utilizzando un buon detersivo igienizzante per pavimenti, oppure preparare una detersivo igienizzante fai da te.

Per prepararlo servono solo 4 ingredienti:
•  3 litri di acqua tiepida
•  3 cucchiai di bicarbonato
•  10 cucchiai di alcool denaturato
•  10 gocce di tea tree oil

Mescolate assieme tutti questi ingredienti, fino a disciogliere completamente il bicarbonato di sodio.

Dopodiché potrete utilizzare questa soluzione per pulire a fondo il pavimento della vostra camera da letto, strofinando con forza le piastrelle con un panno imbevuto di questa soluzione.

Se invece avete un pavimento in parquet usate solo acqua e bicarbonato, strizzando il panno il più possibile per evitare di far gonfiare i listoni in legno.

 


Come pulire la camera da letto parte #5
Cambiare le lenzuola una volta a settimana

come pulire la camera da letto

Ultimo accorgimento per pulire la camera da letto è quello di cambiare le lenzuola e sfoderare i cuscini almeno 1 volta a settimana.

Durante la notte rilasciamo costantemente sudore, mentre il trucco o la lacca per capelli si depositano sui cuscini, sporcando inevitabilmente le federe.

Sfoderare e cambiare le lenzuola aiuta a ricreare un ambiente più pulito e piacevole in cui dormire, mentre la polvere accumulata durante la settimana verrà ripulita in maniera efficace con un giro di centrifuga.

Usate sempre un buon detersivo, aggiungendo un additivo igienizzante quando necessario (ad esempio in presenza di macchie di sangue o sporco ostinato). Vederete che la sensazione di dormire in un letto completamente pulito non ha prezzo. 

 

Questi sono i cinque step fondamentali per mantenere sempre pulita la camera da letto, accorgimenti che ci permetteranno di dormire in maniera più serena e al riparo da acari e batteri. 

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)