Come preparare il Kah-feh yen, il caffè freddo Thailandese

Pubblicato: 19/04/2018 16:30:30
Categoria: Il Piacere del Caffè

caffè freddo thailandese

Un grande classico della cucina tropicale è il Kah-feh yen, ovvero il caffè freddo Thailandese.

Dal sapore intenso e piacevolmente cremoso, questa deliziosa bevanda può essere apprezzata in qualsiasi occasione e ora della giornata, risultando sempre gradita a qualsiasi ospite.

In primavera ed estate questa bevanda trova il suo consenso unanime riuscendo a conciliare il bisogno di caffeina con quello di una sorsata rinfrescante e piacevolmente zuccherata.

Per la sera potete correggerla con un pizzico di Kahlúa o altri tipi di liquore al caffè, in grado di donargli un po' di sprint in più per vivacizzare la serata e garantire un pieno di energia a lunga durata.

Servitela in grandi bicchieri trasparenti e decoratela con una cannuccia e una spruzzata di panna in superficie: sarà il drink più richiesto dell'estate!

 

Kah-feh yen, caffè freddo thailandese

Come fare il caffè freddo thailandese? Ecco la ricetta!

Preparare una tazza di caffè freddo thailandese richiede un procedimento un po' lungo ma dal risultato assicurato.

Uno dei maggiori punti a favore è che può essere preparato con netto anticipo, permettendoci di servirlo con calma al momento opportuno.

Vediamo insieme come prepararlo:

 

Ingredienti per 4 persone

  • 2 bicchieri di caffè bollente (utilizzate solo due cialde o capsule, allungandole fino alla classica dose americana. In alternativa utilizzate la moka con meno polvere di caffè)

  • 6 cucchiai di latte condensato zuccherato

  • 50 ml di panna fresca

  • 50 ml di latte

  • cubetti di ghiaccio

  • 1 cucchiaio di zucchero di canna integrale (o zucchero di cocco)

  • 1 cucchiaino di mandorle tritate

  • 1 cucchiaino di cardamomo

  • 1 stecca di cannella

 

In una padella mettere a tostare le spezie, fino a quando saranno dorate ma non bruciate.

Non appena prendono colore versare la panna fresca e il latte nella padella, lasciando andare a fuoco bassissimo fino a quando non cominceranno a sobbollire dolcemente.

Aggiungete 1 cucchiaio di zucchero e spegnete il fuoco, lasciando in infusione la crema di latte con le spezie fino a quando non si sarà raffreddata completamente.

Non appena sarà tiepida mettete la crema in frigorifero.

Nel frattempo prendete le due tazze di caffè ancora bollente e versateci il latte condensato, mescolando il tutto finché i due composti non si saranno perfettamente amalgamati.

Il consiglio principale per la perfetta riuscita di questa bevanda è utilizzare un caffè 100% arabica, più dolce e acido rispetto alla qualità Robusta. Quest'ultima risulterebbe troppo forte, oscurando il ruolo degli aromi e delle spezie.

Mettete anche quest'ultima in frigorifero, aspettando che si raffreddi il più possibile.

Al momento di servire filtrate la crema di latte, rimuovendo in questo modo le spezie.

Il tempo passato in infusione avrà reso la crema dolcemente aromatica, perfetta per accentuare il gusto del caffè.

È il momento di passare alla presentazione: in quattro bicchieri dal bordo alto mettete del ghiaccio in abbondanza, versando in seguito il caffè mescolato con il latte condensato e infine la crema di latte speziata.

Guarnite a piacere con polvere di cannella e cardamomo e servite la bevanda ghiacciata.

 

servire caffè freddo thailandese

Con cosa accompagnare il caffè freddo Thailandese?

Uno dei maggiori punti di forza del caffè freddo Thailandese è la sua versatilità: se lo servite durante il pomeriggio potrete accompagnarlo da qualche pasticcino dolce o una crostata alla crema, al posto del classico thé delle cinque.

Se invece lo volete trasformare in un drink leggermente alcolico (spruzzandoci sopra qualche goccia di Kahlúa) potrete servirlo con patatine, noccioline e altri snack salati.

Il gusto dolce e pungente del caffè e la leggera gradazione alcolica si intoneranno perfettamente con gli stuzzichini salati di un aperitivo serale!

 

cocktail caffè freddo thailandese

 

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)