Come illuminare quadri e foto per metterli in risalto?

Pubblicato: 08/05/2018 16:30:12
Categoria: L'Arte di Illuminare

come illuminare quadri

Illuminare quadri e foto può dare risalto alle opere a cui siamo più affezionati e -allo stesso tempo- dare un’impronta di stile unica alla nostra abitazione.

Uno stile da museo abbinato a una leggera illuminazione di sottofondo può creare infatti un’atmosfera davvero speciale, che a seconda del design potrà essere industriale (adatta soprattutto a uffici o sale studio) o museale (perfetta per un salotto o un ingresso elegante).

L’importante è studiare prima di tutto la posizione in cui collocare le opere da illuminare, perché altrimenti rischierebbero di perdersi o di arricchire troppo l’ambiente.

Ecco come illuminare quadri e foto in maniera ottimale.

 

Come illuminare quadri e foto con l’illuminazione d’accento

illuminare quadri con illuminazione d'accento

L’illuminazione d’accento è un modo di dare risalto ad alcune zone specifiche dell’ambiente, donando un tocco (o accento, appunto) di vivacità ad un piccolo angolo della casa grazie a un'applique a parete.

In questo caso l’illuminazione sarà diretta a un singolo dettaglio (come un quadro) irradiando la luce esclusivamente sulla sua superficie.

La tecnica è molto semplice: è sufficiente posizionare una fonte luminosa al di sopra dell’oggetto, inclinando la luce fino a formare un angolo luminoso tra fonte di luce e il quadro di circa 40° per evitare ombre e distorsioni d’immagine.

Per ottenere questo effetto sarà necessario l’utilizzo di unapplique da parete orizzontale, con braccio e testa inclinabili.

Scegliete un modello sottile e in linea con lo stile del quadro: un’opera antica potrà essere esaltata da un’applique in oro opaco spazzolato, mentre un’opera moderna in uno stile industriale necessiterà di un freddo acciaio per completare ed esaltarne lo stile.

 

In quali zone della casa posizionare un’illuminazione d’accento?

illuminare quadri in corridoio

Le zone più adatte ad ospitare questo tipo d'illuminazione specifica sono ambienti di passaggio o adatti a un’illuminazione più soffusa.

Un corridoio o uno studio sono le stanze più adatte, ma anche il salotto può prestarsi bene a questa tipologia di lighting design.

Una zona ad utilizzo più comune non sarebbe adatta per un semplice motivo: l’illuminazione deve essere più vivace e meno d’atmosfera.

Ambienti come cucina o sala da pranzo rischierebbero di essere poco funzionali, e non sarebbe questo il vostro scopo.

 

Luce fredda o calda, come illuminare quadri e foto?

come illuminare i quadri

Per l’illuminazione dei quadri e delle foto si utilizzano generalmente delle tonalità calde o, al massimo, neutre.

Questo perché un’illuminazione fredda tende ad appiattire e desaturare i colori, rendendoli poco vividi.

Al contrario un’illuminazione troppo calda potrebbe alterare in maniera opposta le tonalità del quadro; la soluzione migliore è quella di ottimizzare la gradazione luminosa adattandola ai colori prevalenti dell’opera, mantenendo una luce intorno ai 3.000 Kelvin in caso di tonalità calde e sature, mentre una luce sui 3.500 – 4.000 Kelvin al massimo per i quadri a tonalità fredde.

In nessun caso è consigliabile utilizzare una luce azzurrina, perché l’alterazione del colore sarebbe fin troppo evidente.

 

Illuminare i quadri con luce a LED o alogena?

illuminare quadri con LED

I musei ormai da anni hanno adottato un’illuminazione quasi esclusivamente LED perché è l’unico tipo d'illuminazione illuminazione che non emette raggi ultravioletti.

Questo tipo di lampadine evitano infatti il deterioramento dei colori tipico dei raggi solari e delle lampade alogene, mantenendo i quadri intatti nella loro bellezza.

Oltretutto la loro intensità luminosa è tale da poter essere regolati al minimo indispensabile, abbattendo i normali costi derivati da un’illuminazione continua.

Se siete in cerca di soluzioni di Lighting design più spinte, come giochi di luce o prospettive particolari, i LED continuano ad essere la scelta più indicata.

Consentono infatti di rendere più vivide le opere, donando un tocco di vivacità in più alla vostra parete, che potrete esaltare come un vero e proprio palcoscenico.

 

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)