Come Illuminare la Camera da Letto e il Guardaroba con le Lampade a LED

Pubblicato: 27/11/2015 14:47:23
Categoria: L'Arte di Illuminare

illuminazione led per la camera da letto

La camera da letto è una delle stanze della casa più importanti e necessita di un’atmosfera particolarmente interessante, considerato il fatto che è proprio qui dove andiamo a riposarci dopo le dure giornate di lavoro o studio.

Il guardaroba, solitamente annesso alla stanza letto, deve essere illuminato in maniera adeguata e funzionale e, di conseguenza, le soluzioni luminose da adottare sono un tantino diverse tra loro.

Nella prima stanza, ovvero quella dedicata al riposo, è assolutamente indispensabile evitare luci troppo intense e qualsiasi forma di abbagliamento, ma potrebbe essere indicato sfruttare apparecchi con diffusione indiretta della luce a LED utilizzata, ovvero sistemi dotati di schermatura per lampade collocati al suo interno.

Le tecniche per poter ottenere la luce indiretta vertono nel nascondere proprio questi apparecchi.

Se avete un armadio che non è in grado di raggiungere il soffitto, potreste dare vita a questo tipo di luce sistemando sulla sua sommità una soluzione luminosa lineare.

Ovviamente, potreste avere sia luci tenue che più indicate alle varie attività, come la lettura: in questo caso, potreste scegliere più apparecchi e separarne i circuiti, in modo da accendere la luce che desiderate a seconda del bisogno senza accendere tutte quelle presenti nella stanza.

Inoltre, è fondamentale che ogni alternativa possa essere gestita in maniera contemporanea optando per sistemi di comando al letto, in modo da non dovervi alzare ogni volta per spegnere o accendere le luci.

Ecco alcuni suggerimenti utili...

illuminazione led per la camera da letto

Per regalare maggiore versatilità all’illuminazione led scelta, vi suggeriamo di aggiungere un dimmer ad ogni lampada a LED, ovvero una soluzione dotata di manopola in grado di modificare, a vostro piacere, l’intensità luminosa.

A questo punto, la domanda sorge spontanea: dove andremo a collocare le diverse soluzioni? Ogni luce può essere sistemata in modi diversi, a seconda dell’effetto che desiderate creare alla vostra camera da letto.

Tuttavia, due elementi devono essere sistemati esclusivamente in questo modo, ovvero due lampade ai lati del letto.

Per molte persone, tale scelta rappresenta la fonte principale dell’illuminazione della camera, ma oltre a queste scelte potreste anche installare dei comodi faretti LED a soffitto, magari orientabili; indicate anche le lampade a parete o le piantane, valutando al meglio la posizione dove andranno collocate per creare effetti rilassanti e un’atmosfera accogliente.

In questo spazio è decisamente poco utile avere un lampadario al centro della stanza, poiché solitamente queste alternative tendono a illuminare troppo, allontanandoci dall’effetto che invece desideriamo.

Se le lampade che avete deciso di sistemare accanto al letto sono le sole fonti di luce a vostra disposizione, potreste optare per apparecchi grandi possibilmente schermati, in modo da non permettere alla luce di arrivare direttamente ai cuscini.

Ottima idea anche per quanto riguarda le abat-jour e le applique da parete, magari con braccini regolabili.

Se uno dei vostri obiettivi è quello di regalare alla vostra camera da letto un aspetto più retrò ed elegante, potreste aggiungere delle lampade che pendono dal soffitto e che si avvicinano al comodino.

Questa decisione regala un maggiore impatto scenografico rispetto a quello funzionale, poiché non risulta un’idea vantaggiosa per quanto concerne la lettura.

Inoltre, via libera alle luci notturne, perfette per far risplendere il pavimento senza il bisogno di accendere le luci principali. Via libera ai segnapassi a basso voltaggio o a faretti da incasso da parete.

Come illuminare un guardaroba con i LED

illuminazione led per la camera da letto

Se nella vostra camera da letto avete la fortuna di avere un guardaroba piuttosto grande, non pensate che l’illuminazione generale scelta possa farlo risplendere al meglio.

Solitamente, la vostra sola presenza tenderà a creare ombre al suo interno, rendendo impossibile vedere che cosa c’è al suo interno.

Per riuscire nell’impresa, potreste aggiungere dei faretti a LED dentro l’armadio, magari in grado di accendersi in maniera autonoma ogni volta che aprite le ante.

Tale idea è suggerita soprattutto in caso di elementi d’arredo scuri, dove la luce della stanza non riesce assolutamente ad arrivare.

Se invece il guardaroba è una vera e propria stanza, ovvero una cabina armadio, dovrete analizzare un’illuminazione precisa e curata.

Via libera ai faretti spot a basso voltaggio orientabili, che vi consentiranno di distinguere senza problemi ogni singolo vestito presente. La luce dovrà essere naturale, molto simile a quella del sole.

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)