Ecco come funziona una pompa di calore e perché conviene

Pubblicato: 06/07/2018 16:30:15
Categoria: Elettricisti per Passione

pompa di calore come funziona

La pompa di calore è una soluzione ottimale per ridurre i costi della bolletta elettrica e soddisfare al contempo le necessità di riscaldamento di un’abitazione.

Esattamente come una caldaia tradizionale, la pompa di calore permette alla casa di ricevere aria climatizzata e acqua calda a seconda delle proprie esigenze, con una tecnologia notevolmente più ecologica e sostenibile.

Ma cos’è la pompa di calore?

Altro non è che una macchina in grado di trasferire l’energia da un ambiente freddo a uno più caldo, riscaldando (o rinfrescando) gli ambienti domestici e industriali e producendo acqua calda.

 


Come funziona una pompa di calore?

Il funzionamento della pompa di calore è molto semplice, e ricorda il processo inverso di un normale frigorifero.

Si parte da una sorgente di calore naturale (generalmente scelta tra la geotermica, l’acqua o l’aria), che viene filtrata attraverso la pompa e quindi trasformata in energia calda utilizzabile.

Esattamente come il frigorifero trasforma l’aria aspirata in aria fredda, allo stesso modo la pompa di calore assorbe l’aria a temperatura ambiente trasformandola in energia calda e prontamente utilizzabile ad uso domestico.

Con questa energia è possibile riscaldare l’acqua, attivare un sistema di refrigeramento o riscaldare casa.

Per questa ragione la pompa di calore diviene estremamente più funzionale se abbinata a un sistema di riscaldamento a bassa temperatura.

Un esempio estremamente pratico e funzionale è quello di abbinarla a un sistema di riscaldamento radiante a pavimento o a parete.

La combinazione di questi due elementi potrebbe consentire di risparmiare notevolmente sui costi in bolletta, garantendo al contempo un’energia pulita e a basso impatto ambientale.

pompa di calore

 

Funzionamento della pompa di calore

Il funzionamento della pompa di calore è estremamente semplice, eppure straordinariamente efficace.

L’energia viene assorbita dalla propria sorgente di riferimento (generalmente l’aria esterna), e attraverso un circuito chiuso viene trasportata all’interno della pompa grazie a un fluido termovettore.

Il motore all’interno della pompa di calore riscalda il fluido, portandolo all’evaporazione.

Una volta generato il gas questo viene condotto nel compressore, e sottoposto a maggiore pressione atmosferica si riscalda ulteriormente.

Questo gas ad alta temperatura servirà a riscaldare l’acqua sanitaria o verrà trasferito all’interno degli impianti domestici.

Una volta conclusa la sua funzione il gas si raffredda, tornando allo stato liquido. A questo punto la pompa riprende il processo dall’inizio, in un ciclo continuo e circolare.

 


Perché conviene una pompa di calore?

La pompa di calore garantisce un risparmio energetico nel medio e nel lungo termine, sia dal punto di vista economico che ecologico.

Questo perché il processo di produzione di energia elettrica è estremamente versatile e a basso impatto energetico.

Basti considerare che utilizzando 1 kWh di energia elettrica si producono ben 5 kWh di energia termica, con una produzione di energia molto maggiore rispetto a quella effettivamente utilizzata.

Dal punto di vista pratico, questo si traduce in un abbattimento dei costi sulla bolletta che variano dal -40% al -70%.

Altra caratteristica della pompa di calore è l’aumento del valore dell’immobile.

Un’abitazione in cui è stata installata una pompa di valore accresce il suo valore economico, rendendola estremamente appetibile ad altri possibili acquirenti.

 

pompa di calore


Quali sono i vantaggi della pompa di calore?

La pompa di calore offre vari vantaggi sia dal punto di vista del risparmio sulla bolletta che nei costi di installazione.

Grazie agli incentivi Statali (come il conto termico 2018 GSE) è possibile detrarre parte dei costi di installazione grazie alla riqualificazione energetica dell’edificio.

 

Quali sono gli svantaggi della pompa di calore?

Uno degli svantaggi più rilevanti della pompa di calore è che necessita generalmente di un aumento di potenza del proprio contratto elettrico.

La classica soglia di 3,5 kWh non è infatti sufficiente a sostenere il lavoro della pompa di calore, che andrebbe aumentato almeno di 1 kWh. Oltre a questo è generalmente più costosa di qualsiasi altra caldaia, e per ottimizzare il suo funzionamento andrebbe abbinata a un impianto di riscaldamento radiante.

Quindi è un ottimo investimento per chi si appresta a fare lavori di ristrutturazione domestica di una certa rilevanza, oppure per chi sta ancora costruendo la propria abitazione, mentre è sconsigliata a chi abita in un appartamento storico o non ha intenzione di spendere troppi soldi in lavori di ristrutturazione.

 

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)