Spedizione gratis: come ottenerla

Sei un Rivenditore o Installatore? Richiedici il listino

Tabaccheria o Rivendita?

Spedizione solo 5€ Spedizione solo 5€
Spedizione Gratuita sopra i 59€ Gratuita sopra i 59€
Consegna in 1-2 giorni Consegna in 1-2 giorni
Reso gratuito fino a 31 giorni Reso gratuito fino a 31 giorni
Sconti quantità Sconti Quantità
Coupon e premi Coupon & Premi
 Risparmi più di quanto pensi Risparmi più di quanto pensi
Senza abbonamenti annuali Senza abbonamenti annuali

Come funziona e come installare un Dimmer

Da: Francesca - Categoria: L'Arte di Illuminare

dimmer

Nell’ultimo periodo, non è affatto raro sentir parlare di dimmer soprattutto se si ha a che fare con la ristrutturazione della propria casa.

Ma a che cosa si far riferimento con precisione quando si utilizza questo termine?

In buona sostanza, un dimmer è uno strumento grazie al quale si ha la possibilità di controllare e regolare elettronicamente il cosiddetto flusso di potenza che un carico assorbe.

Utilizzando un gergo molto meno tecnico, il dimmer non è altro che un varia-luce grazie al quale si ha la possibilità di gestire l’intensità della luce di una lampadina in ogni genere di ambiente.

Come è facile intuire, si tratta di una soluzione particolarmente utile poiché ci sono momenti della giornata in cui è necessario avere una luce bassa e soffusa ed altri, invece, in cui è molto più utile una luce forte e intensa.

Insomma, grazie al dimmer si ha la possibilità di rendere a dir poco dinamico ogni genere di impianto di illuminazione.

In merito ai dimmer è necessario tenere conto del fatto che ve ne sono di varie tipologie. Sul mercato, infatti, è possibile trovare dimmer a vario prezzo.

Prima di procedere con l’acquisto, dunque, è opportuno informarsi in maniera approfondita in merito alle specifiche esigenze.

Acquistare un dimmer tenendo conto solo ed esclusivamente del prezzo potrebbe rivelarsi un errore fatale.

Ad accomunare tutti i modelli c’è il fatto che si ha a che fare con uno strumento grazie al quale si ha la possibilità di risparmiare notevolmente sotto il profilo energetico.

Un aspetto da non sottovalutare riguarda il fatto che non tutte le lampade sono compatibili con i dimmer e, per tale ragione, è necessario accertarsi di tale compatibilità prima di effettuare ogni genere di acquisto.

A tale proposito, è consigliabile chiedere consiglio ad un esperto del settore in grado di indicare quale è il prodotto più adatto alla lampada con la quale si intende utilizzare.

La compatibilità non è affatto da sottovalutare e, quindi, è sempre meglio approfondire l’argomento al fine di evitare di arrecare danni all’impianto o alla lampada stessa.

Inoltre, bisogna assicurarsi anche del fatto che la lampada sia dotata di un alimentatore cosiddetto dimmerabile.

Come si installa un dimmer?

dimmer: come installarlo

Installare un dimmer è davvero molto semplice. L’importante è essere in possesso di una conoscenza di base di cavi e prese elettriche e avere una buona manualità.

Una cosa è certa: indipendentemente dalla dimestichezza che si ha con gli impianti elettrici, la cosa migliora da fare è staccare la corrente attraverso l’interruttore generale in modo tale da non correre alcun genere di rischio.

Dopo aver staccato la corrente sarà necessario smontare la placca dell’interruttore nel quale si intende inserirlo e, solo in seguito, procedere con lo svitamento del portafrutto.

A questo punto, si dovrà procedere con l’estrazione del frutto e con la sostituzione con il varia-luce.

Se l’interruttore fosse difficile da togliere basterà aiutarsi con il cacciavite facendo una leggera pressione sulle cosiddette alette che lo tengono ancorato al muro.

Dopo aver effettuato tali passaggi non rimarrà altro che scollegare tutti e 3 i fili elettrici.

Gli stessi fili dovranno essere collegati al dimmer il quale verrà allocato nel portafrutto, sostituendosi all’interruttore utilizzato in precedenza.

Non appena allocato il dimmer non rimarrà altro da fare che riposizionare la placca e fare una prova.

Per verificare che tutto sia andato per il verso giusto bisognerà riattaccare la corrente al fine di alimentare l’impianto.

Anche in questo caso è opportuno fare la massima attenzione. Prima di riattaccare la corrente è opportuno verificare di aver collegato alla perfezione tutti i fili e di aver messo al proprio posto il dimmer.

In caso contrario, il rischio è che potrebbe scattare il salva-vita. Niente paura, però: si tratta davvero di operazioni molto semplici che richiedono solo un po’ di attenzione e di scrupolosità, ma nulla di più impegnativo.

Ma quali sono i problemi che si possono riscontrare dopo aver installato un dimmer?

dimmer varia-luce

Nella maggior parte dei casi, il problema più grande riguarda la compatibilità. Se si dovessero riscontrare fastidi come, ad esempio, ronzii di vario genere o un calo improvviso di luminosità potrebbe essere plausibile l’ipotesi secondo la quale il dimmer acquistato NON è compatibile con la lampada.

In questo caso, basterà procedere con la sostituzione e individuare il prodotto che fa al caso della lampada in questione.

Fare ulteriori tentativi sarebbe del tutto inutile e, addirittura, potrebbe rischiare di mettere a repentaglio l'intero impianto elettrico o di alterare il funzionamento della lampada.

Vantaggi nell'utilizzare un dimmer

A questo punto appare quanto mai evidente che acquistare un dimmer rappresenta oltre che una soluzione eco-compatibile anche un buon modo per risparmiare a fine mese.

Grazie ad esso, infatti, si ha la possibilità di regolare l’intensità della luce e, quindi, di tenere sotto costante controllo i consumi senza dover fare i conti con bollette esorbitanti.

Tra i vantaggi di cui si ha la possibilità di beneficiare se si decide di optare per il dimmer vi è anche il fatto che grazie ad esso migliora notevolmente anche la cosiddetta efficienza luminosa oltre che la durata della lampada.

Quando viene diminuita l’intensità della luce, infatti, diminuisce anche la temperatura e, quindi, aumenta la durata. In sintesi, il dimmer è un prezioso strumento, facile da installare e molto interessante sia dal punto di vista economico che ambientale.

Se cerchi Lampadine Led e27 dimmerabili puoi cliccare qui!

Condividi

Aggiungi un commento